ARTICOLI FIRMATI    CRONACA    CULTURA     OPINIONI    SPETTACOLO    SPORT

lunedì 30 giugno 2014

Boss e immigrazione clandestina del commercio di morte, testimonianze in "Confessioni di un trafficante di uomini"

Boss e immigrazione clandestina del commercio di morte, testimonianze in "Confessioni di un trafficante di uomini".

MILANO - Mentre contiamo i morti e i cadaveri diventano sempre più fredde statistiche, dall'altra parte del Mediterraneo, o in luoghi lontani e al sicuro, i trafficanti di migranti contano i soldi. Cercano nuovi clienti. Studiano nuovi modi per forzare e violare la fortezza Europa che è sempre più chiusa. Un viaggio sulle rotte dei trafficanti e le loro parole raccolte per la prima volta in presa diretta permette di svelare le regole della più spietata agenzia di viaggi del mondo.

Capire è il primo passo per provare a fermare quello che sta accadendo.

Nel libro "Confessioni di un trafficante di uomini", di Andrea Di Nicola e Giampaolo Musumeci (Chiarelettere, collana Reverse, pagine 176).

Dietro alle decine di migliaia di migranti che ogni anno arrivano in Europa c'è un'industria fatta di grandi professionisti del crimine, gente in doppiopetto, uomini d'affari il cui fatturato mondiale è secondo solo a quello della droga.

Per la prima volta parlano gli uomini che controllano il traffico dei migranti. Un sistema criminale che gli autori di questo libro hanno potuto raccontare dopo aver percorso le principali vie dell'immigrazione clandestina, dall'Europa dell'Est fino ai paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Ecco cosa si muove dietro la massa di disperati che riempiono le pagine dei giornali. Una montagna di soldi, un network flessibile e refrattario alle più sofisticate investigazioni. La testimonianza dei protagonisti conduce dentro un mondo parallelo che nessuno conosce. Ora finalmente possiamo vedere in presa diretta la più spietata agenzia di viaggi del pianeta.

Andrea Di Nicola insegna Criminologia all'Università di Trento. Da anni conduce ricerche sulle migrazioni clandestine organizzate e sulla tratta di persone a scopo di sfruttamento.

Giampaolo Musumeci, giornalista, fotografo e videoreporter, si occupa di conflitti, immigrazione e questioni africane per radio, tv e giornali italiani e internazionali.

stampa la pagina