venerdì 28 agosto 2015

Da tutt'Italia a Reggio Emilia per imparare l'arte della danza, e c'è un Convitto a disposizione dei giovani

REGGIO EMILIA - La Scuola di Balletto Cosi-Stefanescu, nel trentasettesimo anno di attività, riapre i battenti mercoledì 2 settembre per la seconda sessione degli esami d’ammissione per ragazzi e ragazze che verranno a frequentare i corsi di balletto a livello professionale. L’esame consiste in una visita medica ortopedica e da un esame estetico attitudinale durante il quale si considerano sia le doti naturali del ragazzo o della ragazza, sia il suo livello di preparazione. La Scuola prevede diverse materie d’insegnamento a secondo del corso di frequenza: dalla danza classica al repertorio, al passo a due, dalla danza di carattere alla danza storica, da Pilates alla danza contemporanea, dall’improvvisazione alla Teoria della danza.
Una Scuola completa che mira alla formazione della persona attraverso  la complessa disciplina della danza classica: un’arte ancora tutta da scoprire e valorizzare per i molti valori che persegue nella strada della realizzazione artistica e umana dei giovani che la amano.  Le lezioni si svolgono esclusivamente al pomeriggio per dare la possibilità a tutti i ragazzi di frequentare la scuola di cultura alla mattina.  Gli iscritti provengono, letteralmente, da tutte le regioni italiane e per le più giovani c’è la possibilità di essere ospitate nel Convitto gestito dalla Scuola stessa. I corsi inizieranno lunedì 14 settembre con frequenza sei volte alla settimana.

Nessun commento:

Posta un commento