Al Museo Bagatti Valsecchi di Milano un’invasione digitale, tutto ciò che creatività e tecnologia possono realizzare

Al Museo Bagatti Valsecchi di MIlano un’invasione digitale, tutto ciò che creatività e tecnologia possono realizzare
MILANO - Sabato 30 aprile 2016 il Museo Bagatti Valsecchi ospita un’invasione digitale: a partire dalle 14 sarà infatti invaso pacificamente da visitatori che condivideranno l'esperienza di visita attraverso l'utilizzo di Internet e dei social media: foto, video, post, tweet, hashtag, pin e tutto ciò che creatività e tecnologia possono realizzare. A supporto della visita degli “invasori” la nuova APP del Museo, ricca di approfondimenti e spunti digitali.
L'iniziativa è parte del vasto programma della manifestazione #Invasionidigitali, un evento nazionale volto a favorire una concezione aperta e diffusa del patrimonio. Giunte alla loro quarta edizione, le #Invasionidigitali si stanno svolgendo in tutta Italia – iniziate il 22 aprile proseguiranno sino all'8 maggio - coinvolgendo oltre 1000 musei, siti archeologici, parchi e piazze in tutta Italia (dal Trentino fino alla Sicilia, passando per Emilia-Romagna e Marche).
Titolo dell’edizione di quest’anno: “#Invasionidigitali 2016: People + Culture + Sharing = Happiness” ossia felicità intesa come condivisione della cultura.
L’approccio alle tecnologie è cambiato radicalmente negli ultimi anni grazie soprattutto alla facilità di utilizzo ed ai costi accessibili. Un approccio nuovo avvenuto soprattutto grazie ai dispositivi mobili e alla diffusione dell’utilizzo della rete in mobilità.


Oggi le persone hanno una dimestichezza pressoché totale con questi dispositivi e con i social media che hanno consentito di condividere hic et nunc un pensiero, un’attività, un’emozione, un’esperienza, così la visita ad un museo, l’osservazione di un’opera d’arte, persino un selfie, vengono non solo immortalati ma condivisi sul momento. E quella condivisione non è soltanto la compartecipazione ad una esperienza, ad una emozione ma diviene un tramite – visuale – di passaparola digitale per il museo. L’obiettivo resta, quindi, quello di diffondere la cultura dell’utilizzo di internet e dei social media per la promozione e la diffusione del patrimonio culturale.
Partecipare è facile e gratuito: basterà iscriversi all’invasione sul sito Invasionidigitali.it e, una volta dentro, pubblicare i propri scatti sui social — da Facebook a Twitter e Instagram — con l'hastag #invasionidigitali #museobava #APPassionatialmuseo. Tra tutte le immagini condivise e contrassegnate dai tre hashtag sarà premiata con un omaggio a sorpresa la fotografia che meglio esprime il motto scelto per le #Invasionidigitali 2016: People + Culture +Sharing = Happiness.
Invasione digitale al Museo Bagatti Valsecchi, sabato 30 aprile, ore 14, via Gesù 5, Milano. Partecipazione gratuita previa iscrizione sul sito Invasionidigitali.it




Commenti