Festival “Non ci resta che ridere” a Grosseto, si chiude con “Il medico dei pazzi” di Eduardo Scarpetta

Festival-Non-ci-resta-che
GROSSETO - Con “Il medico dei pazzi” si chiude l'ottava edizione del Festival “Non ci resta che ridere”. Domenica agli Industri l'ultimo dei cinque appuntamenti previsti. In scena, alle 17 e alle 21, il laboratorio teatrale “Ridi Pagliaccio”. Prevista la consegna dei premi relativi ai primi quattro spettacoli. Chude domenica prossima 8 maggio la l'ottava edizione del Festival “Non ci resta che ridere”, iniziato nel gennaio scorso con il primo dei cinque spettacoli previsti e coorganizzato dal Laboratorio Teatrale “Ridi Pagliaccio”, dal Comune di Grosseto e dalla Federazione Italiana Teatro Amatori (FITA).
Sul palco proprio gli attori di “Ridi Pagliaccio” impegnati con “Il medico dei pazzi”, la nota commmedia di Eduardo Scarpetta.
Come di consueto i primi quattro spettacoli andati in scena, hanno partecipato ad un concorso sia tra gli abbonati (“Premio al miglior spettacolo”) che attraverso il voto di una giuria di giornalisti ed esperti (premi per spettacolo, attori e regia). 
Anche le premiazioni si svolgeranno domenica 8 maggio dalle 18.45, tra le due rappresentazioni in programma.




Commenti