Arezzo scende in campo per la tutela dell'ambiente, aderendo alla campagna Puliamo il mondo di Legambiente

Arezzo-tutela-dellambiente-campagna-Puliamo
AREZZO - Puliamo il mondo 2016: perché il pianeta è casa nostra. Torna l'appuntamento di Legambiente per ripulire le città dai rifiuti. Arezzo scende in campo anche quest'anno per la tutela dell'ambiente, aderendo alla campagna Puliamo il mondo promossa a livello nazionale da Legambiente. Puliamo il Mondo è la versione italiana di Clean Up the World, la più importante campagna internazionale di volontariato ambientale che ha l'obiettivo di ripulire le città e prendersi cura del nostro pianeta.
L’evento tra il 23 ed il 25 di settembre 2016 vedrà in tutta Italia migliaia di cittadini pronti ad attivarsi per portare un aiuto concreto al nostro territorio, troppo spesso vittima dell’incuria e dell’indifferenza generale.

La campagna ha ottenuto anche quest’anno il patrocinio del ministero dell’Ambiente, della Tutela del territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, di UPI e di ANCI. 

"Quest’anno - spiega Chiara Signorini, presidente di Legambiente Arezzo - la campagna è dedicata al tema dell’accoglienza e dell’integrazione, come dire che diventa un esempio di pulizia dalle barriere fisiche e psicologiche che frenano lo sviluppo dei diritti e la diffusione del benessere per tutti. La riappropriazione del territorio è la chiave per ricostruire le relazioni sociali, perché è importante creare tutti insieme un mondo accogliente, senza barriere di alcun tipo. Insieme ad altre associazioni aretine stiamo lavorando da anni a progetti di integrazione socioambientale e siamo fieri di questa rete di persone che sta facendo cose meravigliose, come gli orti urbani".

Sabato 24 settembre dalle 9,30 alle 13 Legambiente Arezzo, insieme al Comune, alla Usl, al DSFUCI dell’Università di Siena, alla Sezione Soci Arezzo di Unicoop Firenze e ad altre associazioni del territorio (Oxfam Intercultura, il Velocipede, Associazione Culturale Bangladesh) sarà al Parco del Pionta per ripulire e recuperare, grazie anche alla partecipazione attiva di studenti, volontari e cittadini, alcune zone degradate del parco.

Le attività organizzate saranno incentrate sull'accoglienza e l’integrazione, con l’obiettivo di promuovere il dialogo e lo scambio interculturale. Per questo l’iniziativa si svolgerà in un luogo-simbolo della città che vuole tornare a essere luogo di incontro, di convivenza e di integrazione sociale.

Nel corso della mattinata saranno coinvolti gli studenti della IV Novembre e dell'ITIS Galileo Galilei per responsabilizzare i giovani sull'importanza di tenere pulite le nostre città e di prendersi cura dell'ambiente, imparando a rispettarlo e a condividerlo con gli altri. 

Anche quest’anno Sei Toscana offre il suo supporto tecnico, con la fornitura di sacchi e attrezzatura e il ritiro di tutti i rifiuti raccolti. 

L’appuntamento per chi vuole farsi coinvolgere in questa iniziativa di cittadinanza attiva è dalle 9,30 alle 13 di sabato al Parco del Pionta (Via Masaccio).

In provincia gli altri Comuni che aderiscono alla campagna sono Bucine, Capolona, Castelfranco Piandiscò, Cavriglia, Cortona, Lucignano, San Giovanni Valdarno.




Commenti