Il festival che cambia il modo di vedere e interpretare il vintage: a Padova 3 giorni di lectures, esposizioni artistiche e nightlife

festival-vintage-Padova-lectures-esposizioni
PADOVA - Future Vintage Festival. Classico Contemporaneo. È la settima edizione del festival che ha cambiato il modo di vedere e interpretare il vintage in Italia. Tre giorni di eventi, lectures, workshop, esposizioni artistiche e nightlife. Classico Contemporaneo, questo il claim della settima edizione del Future Vintage Festival, evento legato alla comunicazione e contaminazione per la proposta di tendenze tra lifestyle, moda, musica e design, a Padova dal 9 all’11 settembre 2016.
Future Vintage Festival si riconferma un’esperienza immersiva e unica nel suo genere - riporta il comunicato stampa - dove la connessione multigenerazionale e un’attenta fusione tra passato e futuro, artigianato e tecnologia, trasformeranno la città di Padova in un fulcro di esperienze e linguaggi. Anche per questa edizione l'officina creativa si è impegnata nell'ottimizzare l'offerta culturale gratuita proponendo un palinsesto ricco di incontri con 15 grandi protagonisti: Duilio Giammaria, Giampiero Mughini, Linus, Ambra Angiolini, Mauro Corona, La Pina e Diego, Luca Mercalli, Ivan Zazzaroni, Rocco Siffredi, Justine Mattera, Egidio Borri, Maccio Capatonda, Leonardo Di Carlo; moderatore ufficiale di alcuni incontri sarà Andrea Vianello, direttore e giornalista Rai. E ancora 16 workshop creativi, 24 mostre ed esposizioni, 4 concerti serali, 4 eventi fuori festival. 

Tornerà Chic Nic, l’aperitivo culturale della manifestazione: arte, cibo, musica, storia e cultura nell’esclusiva cornice dei Giardini dell’Arena.

Obiettivo della manifestazione, grazie al patrocinio e alla collaborazione del Comune di Padova e dell’Assessorato al Commercio e alle Politiche Giovanili, è coinvolgere un pubblico ampio e trasversale in una tre giorni che non sarà limitata alla sede istituzionale, rappresentata dal Centro Culturale San Gaetano, ma coinvolgerà tutta la città di Padova al fine di valorizzarne le risorse turistiche, artistiche ed economiche, attraverso attività satelliti interattive e virali, già consolidate nel territorio e con un bacino d'utenza ampio e diversificato.

«Ancora una volta la nostra città ospita un evento che ha una forte valenza culturale – ha sottolineato Eleonora Mosco, vicesindaco e assessora al Commercio - unico in Italia per la sua capacità di interazione fra vecchie e nuove generazioni, saprà richiamare anche quest’anno migliaia di appassionati e semplici visitatori. Una tre giorni ricca di eventi, intrattenimenti, mostre ed esposizioni, tutti gratuiti, che trasporteranno Padova indietro nel tempo, ma con uno sguardo al futuro. Un festival che sa creare anche opportunità di crescita e di rete tra le varie attività commerciali presenti nel centro di Padova che, presi dall’entusiasmo, organizzeranno piccoli eventi, mostre e concerti come è già avvenuto nella scorsa edizione. Non ci resta allora che farci contaminare da questo mix di moda, cultura, design e fascino lasciandoci trascinare in questa fantastica esperienza».

In seguito ai risultati positivi della scorsa edizione, la kermesse è sostenuta da Radio Deejay, Media Partner Ufficiale, che per la prima volta ha deciso di valorizzare un evento del Nord Est condividendo contenuti culturali, artisti e visioni su scala nazionale: «Mi piace il gioco di contrasti tra future e vintage – spiega Linus, patron della radio – sembra un paradosso, ma è invece il principio su cui si basa il mio lavoro. Una radio come Deejay è contemporaneamente storia, memoria, racconto e innovazione, ricerca, proposta. Costruire il futuro partendo dalla garanzia del passato».

Future Vintage Festival è organizzato da Vintage Factory in collaborazione con Superfly Lab sotto la direzione di Andrea Tonello e si avvale del patrocinio della Regione Veneto, del Comune di Padova e della collaborazione dell’Assessorato al Commercio e alle Politiche giovanili dell’Amministrazione comunale. Future Vintage Festival sostiene Fondazione Foresta e Androlife, molto attiva nella prevenzione e nella ricerca contro patologie legate al sistema endocrino, riproduttivo. Durante i tre giorni del Festival la Fondazione attuerà un’importante sensibilizzazione per combattere le patologie sessualmente trasmissibili, in netto aumento in Veneto.

CLASSICO CONTEMPORANEO 
Questo è il claim della nuova edizione che sottolinea l’ossimoro temporale testimoniato della filosofia del festival, i contenuti, la location, la comunicazione e che porterà in scena un dialogo creativo tra presente e passato. Il mood è esplicitato già dall’immagine scelta per la campagna ufficiale: uno scatto che rappresenta in chiave rock, ironica e irriverente un “selfie-dipinto” in stile “Nuovo Rinascimento”. Un osservatorio sui linguaggi del contemporaneo è la mission alla base dell’originale formula sviluppata nel corso delle varie edizioni dal Vintage Festival che da quest’anno viene esplicitata già dal nome rinnovato in “Future Vintage Festival”.

LOCATION
Il luogo ideale per incorniciare il connubio tra passato e future è il Centro Culturale Altinate San Gaetano (Via Altinate 71, Padova), sede istituzionale della manifestazione, palazzo del XVI secolo progettato da Vincenzo Scamozzi situato nel cuore della città di Padova: un beaubourg polifunzionale tra i più estesi e importanti d’Italia, recentemente ristrutturato in vetro e acciaio. 12 mila metri quadrati, strutturati su 4 livelli, con sale e spazi espositivi dedicati a mostre, dibattiti, festival, rassegne, conferenze.

Nell’ampia Agorà interna verrà allestito l’EXPO-MERCATO che ospiterà i migliori ricercatori vintage internazionali, selezionati per la loro minuziosa opera di ricerca. Per l’ingresso all’expo - unica area a pagamento del festival - è richiesta una  donazione di 5€ a sostegno di Fondazione Foresta e Androlife.

OSPITI
All’interno del teatro-auditorium gli scavi romani del Centro Culturale San Gaetano saranno la cornice dei tre giorni di incontri gratuiti con 15 personalità di rilievo che hanno primeggiato nei loro ambiti, dalla moda al design, dalla comunicazione allo spettacolo.

Si comincia con JUSTINE MATTERA (venerdì 9 settembre ore 15) showgirl, attrice, conduttrice radiofonica americana con vent’anni di carriera alle spalle. Molto sensibile alle tematiche sociali, sostiene #MindChapter, il primo Social Luxury brand completamente dedicato al sociale. A seguire (venerdì 9 settembre ore 16,30) DUILIO GIAMMARIA e ANDREA VIANELLO due importanti nomi del giornalismo italiano, in un incontro dal titolo “Il Reportage del Successo” compiranno assieme al pubblico un viaggio alla ricerca di nuovi modelli di successo in Italia e nel mondo. 

Chiudono la giornata di venerdì MAURO CORONA (ore 18) scrittore, alpinista, scultore, tra gli autori italiani più letti e tradotti all'estero nonché portavoce di un nuovo rapporto umano e intimo con la natura e IVAN ZAZZARONI (ore 20) il commentatore sportivo più moderno del calcio italiano che ha imposto un linguaggio diretto e trasversale, facendo digerire i tecnicismi dello sport ad ogni palato.

Sabato 10 settembre alle ore 14 LEONARDO DI CARLO, noto giudice del talent di Rai2 “Il più grande Pasticcere” e pioniere della Pasticceria Scientifica a livello internazionale, terrà uno speciale seminario dal sapore creativo e scientifico. Non servono presentazioni per ROCCO SIFFREDI (sabato 10 settembre ore 15,30) icona dello star system e della cultura italiana, oggi molto impegnato nell’affrontare con disincanto e maturità tutti i tabù legati alla sessualità, così forti e persistenti nella nostra società e altre iniziative solidali. Alle ore 17 GIAMPIERO MUGHINI, giornalista dall’innata verve polemista e opinionista tra i più vivaci ed ironici della storia della tv, presenterà il suo nuovo libro “La stanza dei libri”, una curiosità: nella sua casa romana ne colleziona più di 15.000. Tra gli incontri più attesi di sicuro c’è LINUS (ore 18,30) da 20 anni al timone di Radio Deejay ha fatto crescere intere generazioni tra radio e televisione, vivendo una vita sempre gomito a gomito con la musica. A seguire alle ore 20.00 AMBRA ANGIOLINI, indimenticabile teen idol degli anni ’90, oggi attrice affermata ha conquistato la propria cittadinanza nel mondo del cinema vincendo David di Donatello, Nastro d’argento, Globo d’oro e Ciak d’oro. 

Primo ospite della giornata di domenica 11 settembre alle ore 13,30 sarà EGIDIO BORRI, artista del capello dall'estro creativo e graffiante, hairstylist di punta di Wella, con un appuntamento dedicato ai professionisti del settore. E poi LUCA MERCALLI (ore 17) celebre meteorologo del programma Rai “Che Tempo Che Fa?”, probabilmente il più simpatico ecologista d’Italia e appassionato comunicatore della cultura ad impatto zero; MACCIO CAPATONDA (ore 18,30) entrato a pieno titolo nel tempio della comicità italiana, con un nuovo stile e linguaggio che rimarranno per sempre nell’immaginario collettivo grazie ai suoi tormentoni cult nati nei programmi televisivi della Gialappa’s e nel web. Chiudono LA PINA E DIEGO (ore 20) coppia ormai inscindibile fanno quasi parte di una stessa entità di nome “Pinocchio”, che è qualcosa di più di un format radio in onda su Radio Deejay, ma una community affezionatissima di migliaia e migliaia di persone.

La partecipazione agli incontri con gli ospiti del festival è gratuita, tramite l’iscrizione gratuita online dato il numero limitato di posti disponibili. Sarà possibile effettuare la propria prenotazione sul sito ufficiale: www.futurevintage.it 

MOSTRE ED ESPOSIZIONI
Classico contemporaneo sarà anche il tema cardine delle esposizioni artistiche. Il primo piano del Centro Culturale San Gaetano ospiterà 21 mostre, per un totale di 500mq, ad ingresso gratuito come tutte le aree e appuntamenti culturali della manifestazione. I visitatori quest'anno si immergeranno nel “fare”: tra opere di illustrazione, fotografia ed editoria creativa, assieme ad artisti internazionali al lavoro durante i tre giorni.

La sezione “Icon” ospiterà tre eccellenze che hanno fatto la storia del nostro paese e oggi ancora contemporanee: Memphis, il collettivo artistico che grazie all'opera di Ettore Sottsass, all'inizio degli anni '80 rivoluzionò il mondo del design; Fiorucci con un archivio ufficiale autorizzato, a cura di A.N.G.E.L.O., 25 capi originali dello stilista che ha segnato in modo indelebile l’alta moda nel mondo con il suo stile pop, giovane ed eccentrico; e Olivetti, un percorso espositivo curato dall’Associazione Archivio Storico Olivetti con pezzi originali che ripercorrerà oltre un secolo di grandi valori imprenditoriali, cultura industriale ed eccellenza nell’innovazione, nel design e nella comunicazione pubblicitaria. Da segnalare anche la presenza della collezione Fattobene, progetto rivelazione del Fuori Salone di Milano: un atlante del patrimonio industriale italiano che promuove prodotti e le storie di icone immortali, da generazioni nell’immaginario comune; e Agnelli Design in inedite creazioni artigianali che assemblano la bici d’epoca con pezzi di moto dal fascino retrò. 

Ampio spazio verrà dedicato anche all’arte dell’illustrazione ospitando artisti contemporanei dalla forte personalità e che sfiorano mondi diversi: dalla street art alla psichedelia, dallo stile realistico al tattoo.

Attesissima la mostra fotografica “Hey  Oh  Let’s  Go” a cura della galleria Ono Arte Contemporanea di Bologna, in collaborazione con HTC Hollywood Trading Company, che documenta  i  primi  anni  e i primi successi  dei  Ramones attraverso gli scatti di Danny Fields, primo manager della storica formazione punk newyorkese, che ha catturato i momenti più intimi della band consegnando alla storia immagini molto diverse da quelle, seppure bellissime, on stage.

Del tutto nuovo e inedito sarà lo spazio Wunderkammer, una “camera delle meraviglie”, un universo del bizzarro ricco di strani oggetti e manufatti tra arte e ready made, reali o immaginari, che incarnano fantasie, sogni e ossessioni. 

Tutte le aree artistiche espositive saranno allestite con pezzi unici Orvett, official design partner della manifestazione, azienda di progettazione e realizzazione di arredi unici e non convenzionali.

WORKSHOP
Aperti al pubblico ad ingresso gratuito, ma con iscrizione obbligatoria possibile sul sito istituzionale, i workshop quest’anno si concentreranno su moltissimi ambiti creativi, tra cui la FOTOGRAFIA con due laboratori di fotografia urbana figurativa dedicata alle pellicole istantanee Impossible, una lezione sui nuovi e repentini cambiamenti del linguaggio fotografico con Paolo Ranzani e un corso dedicato al photoshooting e lo styling a cura di Quellogiusto, in un vero e proprio studio fotografico ricreato. Si andrà alla scoperta della storia dei COCKTAILS con due appuntamenti dedicati ai drink più famosi all’epoca del proibizionismo e quelli più provocanti e bizzarri dell’arte futurista a cura di Luxardo; altro mix inusuale sarà l’abbinata PROFUMO E MUSICA: un excursus storico, olfattivo e narrativo per scoprire fino a che punto l’olfatto e l’udito possono essere legati, offerto da Jusbox. Spazio anche ai più piccoli con COLLAGE D’ARTE a cura di Oscar Sabini e offerto da Coccoina per sperimentare diversi processi creativi legati alla tecnica del collage a strappo.

Non poteva mancare un workshop legato alla BARBERIA AMERICANA: rasoi e brillantina per tagli d’altri tempi, seguendo le subculture americane dal dopoguerra ai giorni d’oggi a cura di Wahl. Infine un viaggio nel GIORNALISMO a cura del condirettore de “Il Mattino di Padova” Paolo Cagnan che condurrà un affascinante viaggio dietro le quinte di una redazione giornalistica. Spazio anche alla creatività delle DUE RUOTE con il workshop esclusivo curato da Yamaha e NorthEastCustom, nel quale sarà possibile disegnare e personalizzare una moto che verrà successivamente realizzata per nuovi eventi ed esposizioni.  

CORNER FOTOGRAFICO MIX & MATCH
Anche per l’edizione 2016 torna il corner fotografico che valorizza lo stile contemporary retrò, allestito da ISFAV nella hall del Centro Culturale San Gaetano (venerdì dalle 16 alle 19,30, sabato e domenica dalle 12 alle 19). “Mix and Match” dà la possibilità di diventare protagonista di un vero photoshooting premiando i look più unici e innovativi. Come sempre verranno apprezzati i pezzi vintage originali, ma soprattutto chi saprà distinguersi per la scelta degli abbinamenti e la capacità di mescolare abiti e accessori moderni e retrò.

Una selezione dei migliori outfit verranno pubblicati in un apposito album fotografico sulla pagina Facebook del Future Vintage Festival.




Commenti