Il filosofo francese Michel Onfray a Taobuk-Taormina International Book Festival. VI edizione dedicata a Gli Altri

filosofo-francese-Michel-Onfray-Taobuk
TAORMINA - Taobuk Festival 2016. Domenica 11 settembre 2016: Onfray, Caselli, Cunningham, Mauri, Tremonti, Molinari. Domenica 11 settembre a Taobuk-Taormina International Book Festival: Michel Onfray, Giancarlo Caselli, Stefano Mauri, Giulio Tremonti, Giuseppe Leone, Michael Cunningham. Il filosofo francese Michel Onfray, il direttore de La Stampa Maurizio Molinari, l'ex magistrato Giancarlo Caselli, l'editore Stefano Mauri, il direttore del Centro per il libro e la lettura Romano Montroni, l’ex ministro del Tesoro Giulio Tremonti, il fotografo Giuseppe Leone, il regista e scrittore Roberto Andò, il Premio Pulitzer Michael Cunningham.
Sono alcuni dei tanti ospiti attesi domenica 11 settembre 2016 a Taobuk - Taormina International Book Festival (10-17 settembre), la manifestazione che pone al centro la letteratura, in dialogo con le altre espressioni della cultura: cinema, musica, teatro, arti visive, giornalismo, enogastronomia. La VI edizione, dedicata a Gli Altri, chiama al confronto scrittori, giornalisti, filosofi, studiosi, artisti, esponenti della società civile e politica, sia italiani sia internazionali, per sollecitare riflessioni su un tema fortemente attuale.

Capire l'Islam, proprio nel giorno dell'anniversario della strage dell'11 settembre; dove sta andando l'Occidente; le agromafie e gli strumenti di contrasto al caporalato e alle truffe verso i consumatori; nuovi sguardi sulla Sicilia tra paesaggio e scrittura; come promuovere la lettura. Sono alcuni temi del ricco programma della seconda giornata di Taobuk Festival, ideato da Antonella Ferrara, presidente del festival, con la direzione artistica di Franco Di Mare.

Ogni anno a Taobuk - riporta ancora il comunicato stampa - si ritrovano diversi esponenti del mondo dell’editoria e del libro per un dibattito dedicato a sfide e previsioni su scenari futuri. Le tante vite del libro. Sinergie e strategie per la promozione della lettura è la tavola rotonda che quest'anno mette a confronto diverse voci: Stefano Mauri, presidente e amministratore delegato del Gruppo Editoriale Mauri Spagnol, Romano Montroni, direttore del Centro per il libro e la lettura, Maurizio Molinari, direttore de La Stampa, Mario Resca, presidente Mondadori Retail (ore 11 – San Domenico Palace Hotel). Modera Franco Di Mare.


Il filosofo francese Michel Onfray, autore di Pensare l’Islam (Ponte alle Grazie), e il direttore de La Stampa Maurizio Molinari, autore di Jihad. Guerra all’Occidente (Rizzoli), nell'incontro Altro che Islam: frontiere e orizzonti della democrazia in guerra cercano di capire quanto realmente conosciamo l’Islam con le sue diverse anime, andando oltre il fenomeno della deriva estremista (ore 12.30 – San Domenico Palace Hotel). Modera Franco Di Mare.

Il primo appuntamento di Food Factor – ciclo di incontri sulla cultura enogastronomica, curato dai giornalisti Clara e Gigi Padovani – affronta un argomento di stretta attualità in campo agricolo e alimentare: L’altro cibo: quello con la vitamina “l” come “legalità”. Contro le agromafie il governo sta per varare il codice penale agricolo per bloccare caporalato, abusivismi e inganni al consumatore. 

Partecipano i protagonisti di questo impegno: Giancarlo Caselli, ex magistrato, presidente dell’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare, Roberto Moncalvo, presidente Coldiretti, Marco Pedroni, presidente Coop Italia (ore 16.30 – San Domenico Palace Hotel). Moderano Clara e Gigi Padovani.

Su un altro Occidente sono chiamati a ragionare due autorevoli economisti. Nel dialogo dal titolo Il tramonto dell’Occidente e la sfida delle libertà l’ex Ministro del Tesoro Giulio Tremonti, autore di Mundus Furiosus (Mondadori), e il rettore dell’Università di Messina Pietro Navarra, autore de Il vantaggio delle libertà (Rubbettino), propongono la loro lettura degli scenari politico-economici odierni, tra un Occidente che non riesce ad assumere una forte identità internazionale e un sistema Italia in cui la capacità di scommettere su un rilancio è ancora debole (ore 18.30 – San Domenico Palace Hotel). Modera Maurizio Caserta.

Veduta e Visione - Altri sguardi sulla Sicilia è l'appuntamento in cui il fotografo Giuseppe Leone, protagonista di una ricca personale alla Chiesa Del Carmine, e il regista e scrittore Roberto Andò offrono il loro punto di vista altro sulla Sicilia, alla scoperta del rapporto tra il paesaggio e gli scrittori che in questa terra hanno operato, in relazione ai luoghi di cui il loro immaginario si è nutrito e che sono stati esplorati per Taobuk da Jaguar Land Rover Italia (ore 19.30 – San Domenico Palace Hotel). Modera Salvatore Ferlita.

In serata torna sul palco di Taobuk Michael Cunningham (ore 21 – Piazza IX Aprile), per tratteggiare gli altri eroi presenti nel suo ultimo libro Un cigno selvatico (La Nave di Teseo). Modera Rosa Maria Di Natale.

Due le mostre che accompagnano il festival: la personale del fotografo Giuseppe Leone, Sicilia tra luce e parola, dedicata ai luoghi della letteratura italiana in Sicilia resi immortali dalle pagine dei grandi scrittori (8-30 settembre, Chiesa del Carmine); la mostra Dall’Opera al Libro, dal Libro all’Opera. Ezio Gribaudo e i maestri del Novecento (inaugurata il 19 luglio e visitabile fino al 15 ottobre a Palazzo Corvaja).

Gli altri autori a Taobuk 2016
Due le anteprime letterarie. Massimo Carlotto, uno dei maestri del noir italiano, presenta a Taobuk il suo thriller, Il Turista, edito da Rizzoli (giovedì 15 settembre), mentre Clara Sánchez, scrittrice spagnola e regina delle classifiche mondiali di narrativa, accompagnata dall'attrice Isabella Ragonese, racconta il suo nuovo libro Lo stupore di una notte di luce (Garzanti), il tanto atteso seguito del best seller Il profumo delle foglie di limone (sabato 17 settembre).

Tra i numerosi ospiti protagonisti delle successive giornate del festival: il regista Roberto Andò, la scrittrice Benedetta Craveri, l'autrice israeliana Dorit Rabinyan, l’artista Moni Ovadia, l'antropologo francese Marc Augé, la giornalista Elvira Terranova e lo chef Filippo La Mantia (lunedì 12 settembre); gli scrittori Diego De Silva, Edoardo Albinati (Premio Strega 2016), Simonetta Agnello Hornby e Camilla Baresani, l'architetto paesaggista Michel Péna, la direttrice di Gardenia Emanuela Rosa Clot, il giornalista Francesco Musolino, la sociologa Graziella Priulla e la chef romana Cristina Bowerman (martedì 13 settembre); il giornalista Alberto Giuffrè, la scrittrice spagnola Clara Usón, le autrici Eva Cantarella ed Elvira Seminara, il cuoco Gianfranco Vissani, le scrittrici che hanno esordito su Wattpad Cristina Chiperi e Ilaria Soragni, il giornalista Alessandro Cannavò (mercoledì 14 settembre); lo scrittore Antonio Manzini, primo nelle classifiche estive con il suo ultimo libro giallo, il pasticcere Iginio Massari, l'autrice Viola Di Grado, la giornalista Viviana Mazza (giovedì 15 settembre); lo chef vegano Simone Salvini, l'inviato Domenico Quirico, la libanese Barbara Abdeni Massaad, il giornalista e scrittore Gigi Riva, il cantautore Roberto Vecchioni, con il suo romanzo autobiografico, e Giacomo D’Arrigo, direttore di Ang (venerdì 16 settembre); la scrittrice Barbara Bellomo, il giornalista Antonio Calabrò, il regista Pupi Avati, lo scrittore francese più letto al mondo Marc Levy e Alberto Angela (sabato 17 settembre).

Il tema Gli Altri
Nell'era di un mondo globalizzato, in cui i confini appaiono labili, e in un'epoca di emergenze umanitarie, in cui migrazioni di popoli richiedono nuove politiche di accoglienza e integrazione, diventa sempre più necessario esplorare la diversità e dotarsi di strumenti per il confronto con culture lontane e per la valorizzazione delle differenze.

Attraverso numerose testimonianze, Taobuk si interroga sullo stato del processo di educazione alla diversità, consapevole di quanto la letteratura e le arti possano contribuire a spianare il cammino verso la conoscenza, la comprensione, il rispetto e l'accettazione degli Altri.




Commenti