Il Leo Club Potenza riconosce il Premio BasiLeo a Michele Miglionico, dal capoluogo lucano il couturier iniziò il suo percorso di successo

Leo-Club-Potenza-Premio-BasiLeo
POTENZA - A Michele Miglionico conferito Premio BasiLeo. Il Leo Club Potenza riconosce il Premio BasiLeo allo stilista Michele Miglionico mercoledì, 28 settembre 2016 alle ore 18 presso la Sala del Consiglio Provinciale di Potenza in Piazza Mario Pagano. Mercoledì, il Leo Club Potenza riconoscerà allo  fashion designer Michele Miglionico il Premio BasiLeo. Il riconoscimento, giunto alla quarta edizione, è il più noto tra gli appuntamenti culturali ideati e promossi dal Leo Club Potenza, associazione giovanile del Lions Clubs Potenza.
L'onorificenza, scolpita nel legno dalle mani del maestro Giuseppe Ligrani, verrà consegnata quest'anno allo stilista di origine lucana che nel 1989 inaugurò il suo primo atelier a Potenza. Proprio dal capoluogo lucano il couturier iniziò il suo percorso di successo che lo portò in pochi anni a diventare famoso protagonista dell'Alta Moda a Roma e nel mondo.

Dopo l'architetto Antonio Maroscia, lo chef Federico Valicenti e lo scrittore Gaetano Cappelli, tocca allo stilista Michele Miglionico illustrare alla platea del Premio quanto la lucanita' del suo esordio abbia influito o ispirato la sua arte che lo ha condotto all’ affermazione ed alla popolarità.

PROFILO  DELLO STILISTA 

Michele Miglionico  nasce a Milano, 9 maggio 1965  sotto il segno del toro.

Ha aperto il suo atelier a Potenza nel 1989. 


Si considera un autodidatta pur avendo imparato molto dal padre, affermato sarto di Caraceni a Milano. 

Nel 2000 Miglionico esordisce fuori calendario a Roma nella settimana dell' Alta Moda nei saloni di Palazzo Barberini  con  una collezione dedicata all’ Arma dei Carabinieri. Fa notizia l’abito da gran sera creato per le donne appena ammesse nell’ arma.

Nel luglio del 2000 viene accolto nel calendario ufficiale della Camera Nazionale della Moda Italiana

Nel novembre 2002  Michele Miglionico  apre il suo primo atelier a Roma al 96 di Via Veneto, accanto al Cafè de Paris.

Nel luglio 2003, sulla passerella di AltaRoma, rende omaggio a Diana Vreeland, la direttrice di Vogue USA e Harper’s Bazar USA. Nel parterre il figlio Frederick Vreeland con la moglie Vanessa. 

Sempre 2003 lo stilista è invitato a Bruxelles, in occasione del semestre di Presidenza Italiana dell’Unione Europea a sfilare insieme ai grandi dell'alta moda italiana (Valentino, Sarli, Gattinoni, Riva, Curiel). 

Nel luglio 2004 veste la bambola Barbie e presenta una collezione Couture a lei dedicata.

Ancora nel 2004 trasferisce l’atelier al 79 di via del Babuino, a pochi passi da piazza di Spagna.

Nel febbraio 2005 lo stilista è invitato, da AltaRoma in collaborazione con ICE, Regiona Lazio e Ministero delle Attività Produttive, a sfilare a Mosca per rappresentare il “made in Italy” nel mondo accanto ai grandi nomi della moda italiana: Renato Balestra, Laura Biagiotti, Gattinoni, Gai Mattiolo, Lorenzo Riva, Rocco Barocco, Fausto Sarli.

Nel settembre 2006 Michele Miglionico rappresenta l’Alta Moda Italiana al 18° International Fashion Festival di Dalian (Cina). Alla kermesse presenti i nomi prestigiosi della moda italiana, francese, americana e giapponese: Michele Miglionico, Lorella Signorino for Love Sexy Money, Franck Sorbier, Betsey Johnson ed Yumi Katsura. L’intera sfilata viene trasmessa in diretta televisiva sul canale nazionale cinese CCTV.

Nell'ottobre 2006  il department-store americano  ''Saks Fifth Avenue Chevy Chase di Washington'' organizza un trunk-show per la presentazione della  collezione Couture Autunno-Inverno. L’evento viene anticipato da una sfilata a Villa Firenze, residenza degli ambasciatori Italiani a Washington. 

Nel marzo 2007 presenta a Beijing la collezione Couture Primavera-Estate. Al termine dello show gli viene  conferito dalla China Fashion Association il Premio d’Onore.

Nell’agosto 2008 Michele Miglionico è chiamato dall’ ICE (Istituto Commercio Estero) a rappresentare  l'Alta Moda Italiana a “Casa Italia” durante i Giochi Olimpici di Beijing.

Il 5 novembre 2009 Michele Miglionico è invitato a sfilare la sua ultima collezione Couture dalla Nissan ad Amsterdam per la presentazione della nuova cabrio super lusso Infinity per il mercato automobilistico Olandese. 

Nel dicembre 2009 lo stilista  cura l’immagine della cantante italo-turca Yasemin Sannino, unica voce solista, per il debutto mondiale del primo album di Sua Santità Papa Benedetto XVI dal titolo “Alma Mater”, concerto tenutosi nella cattedrale di Westminster a Londra con la partecipazione del Coro del Vaticano e la Royal Philharmonica Orchestra.

Durante l’anno 2010 cura l’ immagine delle quattro madrine (Roberta Morise, Elena Ossola , Angela Tuccia e Sara Facciolini) del programma musicale ideato e condotto da Carlo Conti “I Migliori Anni” abbinato alla Lotteria Italia 2011 

Il 16 marzo 2011 in occasione del programma evento trasmesso su Rai1 dal Teatro delle Vittorie di Roma, condotto da Pippo Baudo e Bruno Vespa “Centocinquanta”  per la celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia lo stilista Michele Miglionico  ha rappresentato l’Alta Moda Italiana. 

Nel settembre 2011 durante la 72esima edizione di Miss Italia ha curato l’immagine delle concorrenti Miss Italia. 

Nell’agosto 2012 ha curato l’immagine di Miss Seychelles Sherlyn Furneau durante di Miss World che si è svolto ad Ordos – Mongolia (Cina).

Nell’ottobre 2013 in occasione della presentazione a Buckingham Palace delle Credenziali dell’Ambasciatore d’Italia S.E.Pasquale Terracciano al cospetto di Sua Maestà la Regina Elisabetta II, la consorte Mrs Karen Lawrence Terracciano ha scelto di indossare un abito di Alta Moda  firmato dallo stilista Michele Miglionico.

Nel maggio 2014 lo stilista  Michele Miglionico è invitato a  sfilare nella Sale delle Muse  del Teatro Petruzzelli di Bari durante il gala fashion show "La Magia delle Muse".

Nel giugno 2014 lo stilista di origine lucane Michele Miglionico durante il Premio Moda Città dei Sassi 2014, manifestazione  che si è svolta nella Piazza San Francesco d’Assisi di Matera. ha sostenuto “Matera a Capitale Europea della Cultura 2019” presentando tre outfits ispirati a  tre delle Madonne venerate nella sua regione: la Madonna Nera di Viggiano, della Bruna e del Carmine.

Nel dicembre 2014 lo stilista Michele Miglionico ospite dell’ambasciatore italiano  S.E. Pasquale Terracciano e la consorte Karen Lawrence per rappresentare l’alta moda italiana, nella splendida residenza dell’Ambasciata d’Italia a Londra.

Il 13 luglio 2015  presenta, durante la settimana dell’ Alta Moda, nella chiesa consacrata di Santa Maria di Loreto a Roma la collezione autunno-inverno 2015/16 dedicata alle “Madonne Lucane”.

Il 13 settembre 2015 Michele Miglionico ospite alla finale The Look Of The Year International Fashion Award a Taormina durante la serata è stato conferito allo stilista il The Look Of The Year Fashion Award 2015.

Sempre nel settembre 2015 Michele Miglionico ospite dell’Unicef nella prestigiosa Cappella Palatina della Reggia di Caserta per presentare la sua collezione “Madonne Lucane”. Per questa occasione lo stilista ha realizzato a sostegno dell’Unicef una Pigotta in versione Couture messa all’asta silenziosa di beneficenza a sostegno dei bambini colpiti dal terremoto del Nepal.

Nel corso degli anni ha presieduto in Italia e all’estero varie giurie per “Concorsi Giovani Stilisti”  e ha tenuto, presso Istituti ed Accademie Italiani di Moda in qualità di docente, lezioni nell’ambito del “Master di Comunicazione e Marketing della Moda”.

Varie le iniziative alle quali lo stilista ha partecipato per opere di beneficenza.

Sempre  fedele ai canoni estetici della Couture lo stile di Michele Miglionico è lussuoso e ricercato, rigoroso ma non minimale sobrio ed aristocratico, pensato per una donna sofisticata e cosmopolita.

Una donna dalla silhouette sottile,  fluida e  femminile, dalla sensualità raffinata. Un sapiente mix di moderno romanticismo e classicismo.

I colori amati da sempre: bianco, nero e rosso scarlatto.

Il rosso è un elemento costante dello stile di Michele Miglionico; è un momento di grande fascino, di raffinata seduzione contemporanea. E’ simbolo di amore ma anche di violenta passione. Tra i tessuti preferiti il crêpe in tutte le sue forme: crêpe georgette, doppio crêpe di lana, morbidi cachemire, la mousseline di seta.

Numerosi i personaggi passati nel suo atelier: da esponenti della politica, dell’imprenditoria e dell’aristocrazia, del mondo diplomatico a celebrità dello spettacolo. 

In particolare Michele Miglionico ha vestito: per il cinema  le attrici Ornella Muti, Florinda Bolkan, Maria Grazia Cucinotta, Martine Brochard, Ana Kanakis, Caterina Vertova, Luisa Ranieri, Maria Rosaria Omaggio, Ramona Badescu, Vanessa Hessler, Camilla Sjoberg Cosetta Turco; per la musica le cantanti Serena Autieri, Yasemin Sannino, Francesca Schiavo, Ana Karina Rossi; per la televisione le conduttrici televisive Roberta Capua, Lorella Landi, Elisa Isoardi, Sofia Bruscoli, Nathalie Caldonazzo, Arianna Ciampoli e le showgirl Roberta Morise, Elena Ossola , Angela Tuccia e Sara Facciolini e Laura Forgia; per lo sport l’atleta Azzurra Laura Vernizzi; per il giornalismo televisivo Anna La Rosa, Maria Concetta Mattei, Cinzia Malvini, Fabiana Giacomotti e per i concorsi di bellezza Stefania Bivone Miss Italia 2011 e Sherlyn Furneau Miss World 2012.

Le sue creazioni hanno calcato le principali passerelle italiane: Roma, Capri, Firenze, Venezia, Taormina, Milano, Bari, Caserta, Matera, Caltanissetta, Civitavecchia, Paestum, Maratea, Brindisi, Lecce e internazionali: Parigi, Londra, Monte Carlo, Madrid, Bruxelles, Anversa, Amsterdam, Mosca, Beijing, Dalian (Cina), Qingdao (Cina), Washington, Mahè (Seychelles) ed il red carpet della 80^ edizione degli Academy Awards di Los Angeles e della 68^ edizione del Festival de Cannes.




Commenti