“L'irrituale visionario padano”, mostra di Goliardo Padova alla Galleria SpazioArte Prospettiva16 di Boretto

Lirrituale-visionario-padano-mostra-Goliardo
BORETTO - La mostra personale di Goliardo Padova a Boretto (Reggio Emilia). Sabato 17 settembre 2016, ore 17, sarà inaugurata la mostra dal titolo: “L'irrituale visionario padano” di Goliardo Padova presso la Galleria SpazioArte Prospettiva16, di Boretto, introdotta da Ivan Cantoni. Apprendiamo dagli organizzatori che si tratta di una mostra inedita, resa possibile grazie alla gentile e fattiva collaborazione della figlia Fiammetta Padova, orientata a mettere in risalto la singolarità di questo artista che, giustappunto in virtù del suo essere genuino ma al contempo innovativo, insolito e fuori dagli schemi, può essere definito a pieno titolo "l'irrituale visionario padano".
Ma conosciamo meglio l’artista ed il suo percorso. Nato a Casalmaggiore nel 1909, Goliardo Padova negli anni '30 è stato uno dei massimi esponenti del Chiarismo milanese, ma soprattutto protagonista indiscusso, nel secondo dopoguerra, del naturalismo informale; vissuto tra Casalmaggiore (paese natìo in provincia di Cremona), Parma, Milano e Tizzano (Parma), è stato pittore e grafico di fama nazionale ed internazionale; la sua formazione si compie presso l'Istituto d'arte "Paolo Toschi" di Parma e, dal 1930, a Milano, presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. I suoi lavori, in particolar modo nel suo periodo parmense, hanno destato l'interesse, fra gli altri, di intellettuali e critici come Attilio Bertolucci, Roberto Tassi, Giuseppe Tonna, Carlo Arturo Quintavalle e altresì di Francesco Arcangeli. È morto a Parma nel 1979. Concludiamo col ricordare che  la mostra sarà visitabile fino all’8 ottobre  con i seguenti orari: sabato, domenica e festivi ore 10-12 e 16-19.





Commenti