Nino Frassica, popolare comico, attore e personaggio televisivo apre la stagione 2016-2017 del Teatro Massimo di Pescara

Nino-Frassica-comico-attore-personaggio
PESCARA - Torna la stagione teatrale 2016 – 2017 del Teatro Massimo di Pescara organizzata anche quest’anno da Baltimore Produzioni. Grandi nomi previsti all’interno del calendario. Si inizia il 2 e il 3 dicembre 2016 con Nino Frassica, popolare comico, attore, personaggio televisivo, scrittore e cantante siciliano lanciato da Renzo Arbore nel 1983 col film "FF.SS." - Cioè: "...che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?" e successivamente nelle fortunate trasmissioni televisive “Quelli della notte” ed “Indietro tutta!”.
Tutti lo avrete visto più recentemente nella miniserie “Complimenti per la connessione”, spin-off di “Don Matteo” in cui Frassica interpreta il Maresciallo dei Carabinieri Antonio “Nino” Cecchini.

Nino Frassica sarà accompagnato dai Los Plaggers, band formata da sei formidabili musicisti; il nome Plaggers è una fusione tra Platters e plagio.

Lo show è un originalissimo e coinvolgente viaggio musicale per oltre due ore di concerto cabaret.

Una grande festa, un’operazione di memoria musicale con un repertorio formato da oltre cento brani rivisti e corretti, in cui canzoni famosissime, pur mantenendo la propria identità, sono tagliate e ricucite alla maniera di Frassica.

Si prosegue il 26 e 27 di gennaio 2017 - riporta il comunicato stampa - con Elio (cantante, compositore, flautista ed attore teatrale), leader e fondatore del celebre gruppo Elio e le Storie Tese ed in passato anche giudice della trasmissione televisiva X-Factor.

In teatro ha interpretato numerosi lavori fra i quali “L'opera da tre soldi” di Bertolt Brecht, “Storia di Amore e di Anarchia”, musical di Lina Wertmüller. 

Narratore dalla calda voce in “Pierino e il lupo” favola musicale di Sergej Prokofiev diretta da Zubin Mehta.

Elio presenterà il concerto “Largo Al Factotum”, un suggestivo recital in compagnia del pianista Roberto Prosseda: un viaggio originale, divertente e raffinato nella storia della musica classica, da Rossini a Mozart e Weill, alle canzoni moderne del compositore contemporaneo Luca Lombardi, che lo vedranno interpretare Don Giovanni e il Barbiere di Siviglia, così come odi musicali alla zanzara, al criceto e al moscerino.

Estro, genialità e fantasia non mancheranno di certo!

Il 25 e il 26 febbraio 2017 sarà poi la volta di “La Sirena” con Luca Zingaretti, grande attore romano che ha interpretato decine di film ed identificato da molti come “Il Commissario Montalbano”, personaggio nato dalla fantasia  di Andrea Camilleri che ha preso vita nella serie televisiva trasmessa da ormai quasi due decenni dalla Rai.

Nella sua lunga carriera ha interpretato il ruolo di numerosi personaggi realmente esistiti (Giorgio Perlasca, Paolo Borsellino, Adriano Olivetti), evidenziandone tutte le loro peculiarità e portando sul piccolo schermo storie struggenti d’amore e di guerra, oltre che aspetti di vita socio-economica. 

In “La sirena” la narrazione di Zingaretti, che è anche curatore della regia e dell’adattamento drammaturgico, descrive con dovizia di particolari personaggi, ambienti e situazioni, rivelando grande versatilità nel ‘saltare’ da un personaggio all’altro e nell’attraversare in un viaggio immaginario l’intera penisola.

La musica (composta da Germano Mazzocchetti ed eseguita da Fabio Ceccarelli) amplifica invece le sensazioni, facendo cogliere allo spettatore i profumi e i colori di certe atmosfere (dalla grigia Torino all’assolata Sicilia) o di particolari stati d’animo.

Il 29 marzo 2017 ci sarà poi “4:48 Psychosis” con Elena Arvigo, attrice genovese che da sempre si divide con successo fra teatro, cinema e televisione.

Ha calcato le scene di numerosi teatri italiani a fianco di grandi nomi fra i quali spicca l’indimenticabile Giorgio Albertazzi.

Ha vinto il Premio Migliore Attrice al San Sebastian Film Festival (2005) e all'Asti Film Festival (2014).

“4:48 Psychosis” è un grido disperato d'amore e una lucida fragilità magistralmente interpretati da Elena Arvigo, che in scena dà voce e corpo ad uno dei testi più assoluti e intimi del teatro contemporaneo mondiale. 

“4:48 Psychosis” è il testamento di Sarah Kane, autrice morta suicida nel 1999. 

Il dramma è scritto dal punto di vista di qualcuno con gravi problemi di depressione, un disordine mentale di cui Sarah Kane stessa soffriva. 

Il monologo è una partitura lirica sull'amore e sull'assenza che va oltre ogni possibile definizione, ma che pure, quando il fiume della vita pare attraversato tutto e la barca della speranza respinta al largo, lascia parlare la verità. 

Elena Arvigo ne è straordinaria interprete, spingendosi fino alle corde più profonde e dando immagini emotive al silenzio.

L’11 aprile 2017 concluderà la stagione un talento abruzzese: Piero Delle Monache.

Nonostante la giovane età è già annoverato tra i 10 migliori sassofonisti di tutta Italia secondo i Jazzit Awards.

Vanta anche esperienze di rilievo all’estero ed è stato in passato direttore artistico di  rassegne musicali che hanno visto fra gli ospiti artisti quali Alain Caron, Frank Gambale e Kelly Joyce. 

In occasione dell’ultimo concerto in Abruzzo di Vinicio Capossela al Teatro D’Annunzio di Pescara è stato chiamato dal noto cantautore per esibirsi con lui in un brano.

Ha pubblicato i seguenti dischi: “Welcome” (2011), “Thunupa” (2012), “Aurum” (2014).




Commenti