Creazioni di Coco Chanel, Roger Vivier, Gucci e Armani in un allestimento multimediale di Migliore+Servetto Architects



Creazioni-Coco-Chanel-Roger-Vivier
VIGEVANO - Venerdì 7 ottobre 2016, alle ore 18, a Vigevano, apre ShoeStyle Lab e il Museo Internazionale della Calzatura si rinnova. Le calzature di Beatrice d’Este, le creazioni di grandi designer come  Coco Chanel, Roger Vivier, Gucci e Armani fino alle famose Manolo Blahnik, in un allestimento multimediale di Migliore+Servetto Architects per rendere più visibile anche l’ampio patrimonio di calzature conservate nel deposito.
ShoeStyle Lab, il progetto del Comune di Vigevano, realizzato dal Consorzio A.S.T. e  sostenuto da Fondazione TIM attraverso il bando “Beni Invisibili, Luoghi E Maestria Delle Tradizioni Artigianali”, raggiunge il suo apice venerdì 7 ottobre con due importanti inaugurazioni: il nuovo ShoeStyle Lab e il MIC-Museo Internazionale della Calzatura “P.Bertolini" che si presenta  completamente rinnovato, con un allestimento studiato ad hoc da Migliore+Servetto Architects.


Lo studio milanese - riporta il comunicato stampa -, che già ha firmato l’exhibition design di “Leonardiana. Un museo nuovo”, propone un nuovo percorso di scoperta attraverso sistemi multimediali, tavoli interattivi, luci e grafica per approfondire le diverse sezioni del Museo e esplorare la nuova galleria multimediale dedicata alla storia e alle declinazioni stilistiche del tacco a spillo.

Il percorso di narrazione parte dalla sezione storica, in cui ammirare tra le altre le calzature indossate da Beatrice d’Este, per svilupparsi nelle sale dedicate alle note firme del design vigevanese, italiano e internazionale, fino alla galleria che illustra la nascita del tacco a spillo, avvenuta proprio a Vigevano nel 1953.

Accanto al Museo, è nato il “Fab Lab della creatività calzaturiera”: un vero e proprio laboratorio per dare un’opportunità a studenti di moda e design, ma anche a semplici appassionati della calzatura, di realizzare in concreto i propri sogni creativi attraverso la collaborazione con artigiani e aziende del settore.

Per mettere in connessione il Museo e il Fab Lab è stata creata una piattaforma, la Shoe Style Collection (www.museocalzaturavigevano.it), con sezioni tematiche che ricalcano in parte la nuova suddivisione museale e in parte ne implementano i contenuti collegandoli trasversalmente. In tal modo sarà reso fruibile in maniera inedita un campione significativo della collezione calzaturiera, che sarà progressivamente ampliato nei prossimi mesi. La collezione museale verrà ulteriormente resa visibile tramite delle “online exhibition” a rotazione, che affronteranno tematiche di volta in volta diverse dalla visione museale.

Grazie al progetto sarà così possibile rendere visibile e fruibile l’ampio patrimonio del MIC- Museo Internazionale della Calzatura che conta più di 3000 esemplari di cui circa 400 vengono esposti a rotazione nelle sale.

ShoeStyle Lab è stato protagonista, martedì 27 settembre a Roma, nell'evento “Mestieri d'Arte, origini e futuro in Italia” di Fondazione TIM presentato dal giornalista Luca Sofri insieme agli altri 8 progetti scelti tra i 478 pervenuti da tutti Italia. Durante la serata il progetto e la bellezza della nostra città hanno suscitato interesse e curiosità da parte di tutti i presenti.

Il nuovo allestimento di Migliore+Servetto Architects per il MIC – Museo Internazionale della Calzatura “P.Bertolini” - Vigevano

Un intervento leggero ma puntuale che mira alla valorizzazione dei pezzi in mostra, si caratterizza così il progetto espositivo permanente realizzato da Migliore+Servetto Architects per il Museo Internazionale della Calzatura a Vigevano che dà nuova vita all’esposizione esistente.

Al primo piano delle scuderie del Castello di Vigevano, l’allestimento mira a costruire un percorso di scoperta per il visitatore attraverso le tre sale tematiche e l’ampia galleria.

Un’alta quinta grafica introduce i visitatori nei tre ambienti principali, al centro dei quali un ampio tavolo interattivo li coinvolge anche in un’azione fisica. Sul piano sono posizionate 10 sagome bidimensionali di calzature che rappresentano le 10 tematiche esplorabili attraverso 4 postazioni multimediali: l’ospite, avvicinando la sagoma scelta a uno dei monitor, attiva un approfondimento di dettaglio sul singolo modello, sulla tematica specifica e sul periodo storico a cui esso è legato.

Tutto intorno le teche espositive preesistenti, sottolineate da un’illuminazione volta a valorizzare l’oggetto esposto, creano un paesaggio di racconto animato da grafica e luce.

A conclusione del percorso, l’ampia galleria è caratterizzata da un lungo elemento unitario che ospita la selezione di pezzi in mostra e contenuti multimediali legati alla storia del tacco a spillo che proprio a Vigevano è nato.

Migliore+Servetto Architects_ Ico Migliore e Mara Servetto, architetti premiati con il XXI e XXIII Compasso d’Oro ADI, realizzano, a scale diverse, progetti caratterizzati da un uso espressivo della luce e delle nuove tecnologie. Hanno progettato installazioni, allestimenti permanenti e mostre temporanee per musei e istituzioni nel mondo, tra cui il Museo Chopin a Varsavia, il MOT a Tokyo, il NAMOC a Pechino, il Museo Egizio di Torino, il LACMA  a Los Angeles, il Kulturforum a Berlino, lo State Historical Museum a Mosca, la Triennale di Milano. Sviluppano progetti per i più importanti brand di editoria, design e moda italiani e internazionali, di recente hanno realizzato a Vigevano “Leonardiana. Un museo nuovo” e alla Triennale di Milano la mostra “Moreschi Walking Pleasure”.



Commenti