Gragnano “Capitale della Pasta”. Alfonso Longobardi: “Maccheronica” non sarà né una festa né una sagra

Gragnano-Capitale-della-Pasta-Alfonso-Longobardi
GRAGNANO - «Dal 14 al 16 ottobre 2016, per tre giorni, Gragnano torna ad essere la “Capitale della Pasta”. Si svolgerà, infatti, l’evento di promozione denominato “Maccheronica”. Questa non è che la prima tappa di un’azione itinerante che si svolgerà nei prossimi mesi in tutti i territori della Campania. Intendiamo investire risorse per tutelare e valorizzare le nostre Eccellenze e come più volte ho ripetuto questo evento “Maccheronica” non sarà né una festa né tanto meno una sagra.
Piuttosto i protagonisti saranno i produttori, gli esercenti, i titolari delle attività legate alla lavorazione ed esportazione della Pasta di Gragnano e più in generale legate all'eno-gastronomia.

Per tre giorni saranno esaltate peculiarità e tipicità produttive locali dei Monti Lattari e della Campania.

Come è noto, infatti, nella Legge regionale di Bilancio, per il triennio 2016/2017/2018, ho fatto istituire con mio emendamento un Fondo strutturale denominato “Eccellenze Campane”, al fine di promuovere e valorizzare la Nostra filiera agroalimentare e i Nostri prodotti eno-gastronomici. 

Tutto il Territorio regionale diventa protagonista: Gragnano quindi è solo il primo step di un lungo cammino di promozione che si articolerà e si muoverà nei prossimi mesi in tutte le cinque province della Campania.

Non a caso le riviste di settore, i blog, i quotidiani ed i periodici specializzati sul “Food” stanno manifestando grande interesse per l’evento “Maccheronica” e stanno dando grande risalto ad una iniziativa innovativa e unica nel suo genere.

Non bisogna dilapidare un solo euro di risorse pubbliche, per questo motivo la Regione Campania sta già programmando sul Territorio un fitto calendario di nuovi appuntamenti con un crono-programma specifico tutto concentrato sulla promozione dell’Agroalimentare e dell’Enogastronomia. 

Dopo gli anni bui della crisi economica globale, dell’inquinamento che ha avvelenato la nostra Terra, dopo tanta pubblicità negativa, è giunta l’ora del Riscatto e del Rilancio di tutta la filiera Agroalimentare della Campania. 

È ovvio che per rilanciare l’Eccellenza Agroalimentare di casa nostra non si può prescindere dalla Pasta e quando si parla di Pasta non si può prescindere da Gragnano.

Nell’evento dei Monti Lattari, dal 14 al 16 ottobre, saranno allestite alcune Macro-Aree: una riservata alla Pasta ed ai prodotti da forno, una al Vino, un’altra ai prodotti caseari. 

Nella tre giorni, presso il Chiostro del Monastero di San Michele Arcangelo a Gragnano, si allestirà una apposita area per lo “Showcooking”. 

Naturalmente i Cittadini che si recheranno a Gragnano potranno degustare e assaporare le prelibatezze del Territorio e scoprire anche da un punto di vista culturale la secolare tradizione legata alla Pasta, alla sua lavorazione, così come quella degli altri prodotti enogastronomici interessati dall’evento “Maccheronica”.

Inoltre a cinque fotografi di fama internazionale, esperti del settore gastronomico, verrà chiesto di proporre degli scatti particolari e simbolici per raffigurare artisticamente la Pasta e le altre produzioni tipiche del “Food” Campano. 

Ringrazio il Comune di Gragnano, le Società regionali Sviluppo Campania e Sma Campania, le associazioni di volontariato, i produttori, gli esercenti, gli imprenditori che credono fortemente nell’iniziativa e in questo nuovo processo virtuoso di rilancio dell’Agroalimentare Campano».

Alfonso Longobardi, vicepresidente commissione Bilancio Regione Campania




Commenti