"La quinta mafia", di Marco Omizzolo, arriva alla Camera dei deputati. Nel libro il sistema criminale organizzato



La-quinta-mafia-Marco-Omizzolo
ROMA - Presentazione del libro "La quinta mafia" nella sala stampa della Camera dei deputati. Mercoledì 19 ottobre 2016, alle ore 13, nella sala stampa della Camera dei deputati (via della Missione, 4 - Roma) si terrà la presentazione del libro "La quinta mafia" di Marco Omizzolo, edito da Radici Future produzioni. A quasi venti anni dall'emersione di più associazioni mafiose nell'agro pontino, l'autore in questo libro fa sintesi del fenomeno troppo spesso sottaciuto dalle istituzioni politiche che preferiscono mostrare un volto pulito del territorio che amministrano.
"Con questo lavoro, Marco Omizzolo contribuisce a sfatare un falso mito, quello che vuole le mafie confinate in certi contesti sociali originari - sottolinea l'onorevole Davide Mattiello (Pd) -. Non è così, da molto tempo: le mafie hanno successo perché assomigliano alla parte peggiore che c'è in ciascuno di noi e che in molti non esitano a tirare fuori. Soprattutto quando in gioco c'è la conquista del potere". Una dichiarazione che richiama alla memoria quella di Giovanni Falcone: "Se vogliamo combattere efficacemente la mafia non dobbiamo trasformarla in un mostro né pensare che sia una piovra o un cancro. Dobbiamo riconoscere che ci rassomiglia".

Nella provincia di Latina convergono la camorra campana, la 'ndrangheta calabrese e la mafia siciliana: Omizzolo descrive tutti i processi che hanno portato alla costituzione di un sistema mafioso organizzato, attraverso la strategica alleanza tra clan e appartenenti alle diverse organizzazioni mafiose italiane. A poca distanza dalla Capitale opera questo organismo complesso e ben strutturato in costante equilibrio precario per limitare pericolosi conflitti che, inevitabilmente, attirano i riflettori della magistratura e delle forze dell'ordine.

Marco Omizzolo, è sociologo e giornalista e vive a Sabaudia, presidente del centro studi Tempi Moderni e della cooperativa In Migrazione, si occupa di accoglienza, lotta allo sfruttamento lavorativo e formazione. Collabora con Left, il Manifesto e Articolo 21 e fa parte della consulta nazionale legalità della Cgil. 

"La quinta mafia", edito da Radici Future Produzioni nella collana Banlieue, è acquistabile in tutte e librerie e a breve online direttamente dal sito.

Radici Future è un nuovo marchio nel settore culturale italiano. Una factory che produce e diffonde contenuti editoriali che raccontano il mondo che sta cambiando.

La nostra è un'aspirazione al racconto complesso, attraverso le diverse forme di scrittura e di narrazione culturale, nello scenario del cambiamento, del sociale, dell’innovazione tecnologica e sociale.

Produciamo e promuoviamo manufatti culturali a tutto tondo, privilegiando le reti tra autori e la mescolanza dei generi e dei prodotti.

Le nostre collane e le nostre produzioni vogliono rispondere alla pluralità con la pluralità. Siamo aperti a tutte le forme di scrittura, dell’editoria e della cultura, perché veniamo da esperienze diverse: dalla narrativa, dalla poesia, dalla saggistica, dalla fotografia, dalla musica, dal giornalismo, dalla tivù, dal web, dall’informatica, alla formazione e progettazione. Un insieme di donne e uomini che credono nella cooperazione, nella forza della partecipazione.



Commenti