Luigi Pirandello, ad 80 anni dalla morte, allo Yachting Club di Salerno con la novella “Alla zappa!

Luigi-Pirandello-morte-Yachting-Club
SALERNO - Omaggio a Luigi Pirandello, ad 80 anni dalla morte, allo Yachting Club di Salerno il 27 gennaio 2017 con la novella “Alla zappa!”. E il secondo romanzo di Vittorio Di Ruocco.

A 80 anni dalla morte ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo ricorda il Premio Nobel per la letteratura Luigi Pirandello, in occasione della quarta edizione di “Mare da…libri” allo Yachting Club di Salerno. Lo fa venerdì 27 gennaio, alle ore 19.30, con “Alla zappa!” curato da Raffaele Messina, edito da Savarese. Nel corso della stessa serata sarà presentato anche il libro “L’amante di Dioniso” di Vittorio Di Ruocco, pubblicato da Homo Scrivens.

Dalle pagine di Luigi Pirandello i religiosi non ne escono bene: in alcune novelle sono rappresentati “egoisti” più di don Abbondio (Benedizione), in altre avidi di denaro (I fortunati), in altre ancora ipocriti e traffichini (La Madonnina, In corpore vili). E probabilmente fu proprio questo, e non le posizioni filosofiche relativiste e nichiliste, il concreto motivo per il quale le opere di Pirandello, nell’estate del 1934, corsero il serio pericolo di finire all’Indice dei libri proibiti. Ci volle tutta l’influenza di monsignor Montini, futuro papa Paolo VI, sollecitato da Silvio D’Amico, ad evitare che ciò accadesse. Tra le novelle che presentano figure di sacerdoti non certo esemplari, spicca “Alla zappa!”, analizzata nel piccolo saggio di Raffaele Messina, scrittore e critico letterario napoletano.

In “L’amante di Dioniso, secondo romanzo di Vittorio Di Ruocco, direttore del Servizio Territoriale provinciale di Salerno dell’Arpac, Andrea ha da poco varcato la soglia dell'età adulta, quando Dioniso, il dio greco dell'estasi, s'impossessa della sua anima e lo trascina nel turbinante mondo dei sensi. Improvvisamente, irrompe in lui un'energia cieca ed inesauribile, un inarrestabile desiderio di liberare i più reconditi istinti sessuali. Con Luigi, scopre il dolce sapore della notte, tra alcool, droghe e donne facili. Poi, arriva l'amore, improvviso, quando i suoi occhi affondano in quelli di Giuliano, il suo professore di filosofia. Andrea e Giuliano, come Verlaine e Rimbaud si ameranno alla follia, ma il loro rapporto, a differenza di quello burrascoso e tragico dei "poeti maledetti", sarà più tranquillo e felice.

Ad intervistare Raffaele Messina e Vittorio Di Ruocco, dopo i saluti di Diana De Bartolomeis, vicepresidente dello Yachting Club Salerno, sarà il direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it Alfonso Bottone. La lettura di alcune pagine dei libri affidate all’attrice Vania De Angelis, con le sottolineature musicali della chitarra di Luigi Aversa.




Commenti