Al Teatro Gobetti, L'Allegra Vedova - Cafè Chantant. Spettacolo interpretato da Maddalena Crippa

Teatro-Gobetti-Torino-LAllegra-Vedova
Maddalena Crippa
TORINO - Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale Stagione 2016/2017. Maddalena Crippa porta in scena al Teatro Gobetti di Torino, dal 7 al 12 marzo 2017, L'Allegra Vedova - Cafè Chantant. Martedì 7 marzo 2017, alle ore 19,30, al Teatro Gobetti debutterà L'Allegra Vedova - Cafè Chantant rielaborazione del testo originale di Victor Leon e Leo Stein a cura di Bruno Stori e Maddalena Crippa; arrangiamento musiche originali Franz Lehár a cura di Giacomo Scaramuzza.

Lo spettacolo, diretto da Bruno Stori, è interpretato da Maddalena Crippa affiancata in scena da Giampaolo Bandini (chitarra), Giovanni Mareggini (flauto e ottavino), Mario Pietrodarchi (fisarmonica), Federico Marchesano (contrabbasso).

L’allegra vedova - prodotto da Parmaconcerti srl e Compagnia Orsini - sarà replicato al Gobetti, per la Stagione in abbonamento del Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, fino a domenica 12 marzo.

Maddalena Crippa riscopre pagine dell’operetta più acclamata al mondo in una veste nuova ed originale, che alterna al racconto le più belle arie scritte da Franz Lehár.

Maddalena Crippa si definisce un’attrice prestata alla canzone. E non sbaglia - riporta ancora il comunicato stampa -. Nella sua lunga carriera, iniziata a 17 anni con Strehler ne Il Campiello di Carlo Goldoni, ha lavorato anche con Marcucci, Ronconi, Antoine Vitez, Castri, Peter Stein. Ma la sua seconda anima è sicuramente quella musicale che le ha permesso di alternare i grandi personaggi da Shakespeare, Dostoevskij, Goldoni, Marivaux, Brecht a recital vitali e coinvolgenti, imperniati su epoche musicali diverse: Canzonette vagabonde in bilico tra brani italiani dagli anni ’20 ai ’40, regia Cristina Pezzoli; Sboom ancora con Pezzoli per una vera e propria carrellata di canzoni d'autore - Tenco, Jannacci, Conte, De Andrè, Mina e Vanoni; A Sud dell'alma un collage di storie di uomini, di amicizia, di speranza e di dolore, di amore e di giustizia. Storie del nostro tempo sulle pagine di Galeano, Neruda, Rodriguez, Gualtieri; E pensare che c’era il pensiero di Gaber e Luporini.

È con questo spirito scanzonato che la Crippa affronta La Vedova Allegra, una delle opere musicali più rappresentate al mondo.

Alternando le parti recitate, frammenti di dialoghi e monologhi tradotti dal libretto originale di Leon Stein e Victor Leon, alle parti cantate, arie e duetti, l’attrice si sdoppia e dà voce e carattere sia a Hanna Glavari che al principe Danilo.

TEATRO GOBETTI 7 – 12 marzo 2017 L’ALLEGRA VEDOVA CAFÈ CHANTANT rielaborazione testo originale Victor Leon / Leo Stein a cura di Bruno Stori e Maddalena Crippa arrangiamento musiche originali Franz Lehár a cura di Giacomo Scaramuzza con Maddalena Crippa e con Giampaolo Bandini (chitarra), Giovanni Mareggini (flauto e ottavino), Mario Pietrodarchi (fisarmonica), Federico Marchesano (contrabbasso) regia Bruno Stori Parmaconcerti srl e Compagnia Orsini.

submit to reddit





Commenti