Cibo metafora di rapporti e veicolo di scoperta, con "La moglie americana" di Katherine Wilson

Cibo-metafora-rapporti-veicolo-scoperta
Katherine Wilson
ROMA - La moglie americana, libro di Katherine Wilson (PiemmeVoci, 300 pagine, uscita 21 marzo 2017. Una dichiarazione d’amore a Napoli, il percorso di iniziazione di una giovane americana alle prese con l’“Italian way of life”. Dalla pizza al sartu’ il culto partenopeo della tavola come metafora della scoperta, dei rapporti, del piacere di vivere.
«Sono arrivata a Napoli appena laureata. Avevo la testa piena di curiosità, il mio corpo era famelico, ma non sapevo di cosa. Goethe ha detto: “Vedi Napoli e poi muori”. Io invece da quel momento ho cominciato a vivere.»

Katherine Wilson, autrice (e protagonista), è una giovane americana che dopo la laurea a Princeton sceglie di trasferirsi a Napoli … per uno stage. Una scelta abbastanza controcorrente che le cambia la vita. Nel capoluogo campano trova l’amore (Salvatore), s’innamora della città, dei suoi colori, dell’Italia…. Riesce addirittura a farsi ben volere dalla suocera che la introduce ai segreti della cucina napoletana, tanto che il libro contiene anche alcune ricette. Il  cibo risulta un po’ il filo conduttore della narrazione: diventa metafora di rapporti e veicolo di scoperta di un mondo del tutto diverso da quello sperimentato fino a quel momento.

Katherine Wilson CHE PARLA PERFETTAMENTE ITALIANO E ORA VIVE TRA ROMA E NAPOLI è stata più ospite di trasmissioni televisive come esperta di cultura americana (anche quando è stato eletto Trump) e ha recitato con Tornatore.

Napoli è un po’ come New York, una città di estremi, o la ami o la odi. Ma se la ami, la ami spassionatamente. Quando Katherine, giovane americana fresca di laurea a Princeton, sbarca a Napoli per uno stage presso il consolato americano, si innamora perdutamente della città, della sua bellezza sconcertante. L’energia caotica che sprigiona è quanto di più lontano dalla sua educazione di brava ragazza ligia alle regole di famiglia, l’amore per la vita e per il cibo degli italiani, e più ancora dei partenopei, sono all’opposto del suo stile di vita, della sua dieta disordinata e di una certa incapacità ad accettarsi. Nonostante tutto, però, non le ci vuole molto per sentirsi a casa. Merito di Salvatore, studente di giurisprudenza di cui inaspettatamente si innamora, e della famiglia di lui, soprattutto della madre Raffaella, che la accoglie in un caldo abbraccio. A contatto con Raffaella, cuoca sublime e gran donna, Katherine impara i segreti della cucina e del vivere bene; segreti che rivela nel libro con gustose ricette.

KATHERINE WILSON - riporta ancora il comunicato stampa - è nata a Washington e si è laureata all’Università di Princeton. Negli ultimi vent’anni ha vissuto e lavorato in Italia come doppiatrice, attrice teatrale e traduttrice. Ha recitato in ‘Jesus Christ Superstar’ con Carl Anderson e Amii Stewart, e ha preso parte al film di Giuseppe Tornatore ‘La migliore offerta’. Viene spesso invitata in trasmissioni televisive di approfondimento, dalla Rai a Sky Tg24 a La7, come esperta della società americana. Attualmente vive a Roma con il marito Salvatore e i loro due figli. La moglie americana, suo primo libro, è stato pubblicato in molti Paesi con grande successo.




Commenti