"Stateless", di Sandro Battisti, fondatore del Connettivismo letterario. La nuova fantascienza italiana

Stateless-Sandro-Battisti-fondatore-Connettivismo
ROMA - Fantascienza italiana: “Stateless” di Sandro Battisti, già Premio Urania. Per le edizioni libri eBook Asino Rosso (network Street Lib) è uscito "Stateless", nuovo eBook di Sandro Battisti, di Roma, fondatore del Connettivismo letterario, la nuova fantascienza italiana, già premio Urania con "L'Impero Restaurato", tra le figure di punta della science fiction italiana postcyberpunk.

Alcune delle poesie-aforismi siderali di Sandro Battisti:

(Rivelazione)
Confortevole oltre le aspettative, ti sdrai sulle particelle di ioni psichici ad attendere la rivelazione

(Rivelatore della psiche)
Quasi stremato dalla fine imminente, gli occhi li rivolgi al cielo, nell’attesa di un segno entoptico rivelatore della psiche.

(Dileguante)
Dormiente su ogni ricavato della contesa, ti risvegli nel momento in cui le restituzioni si accampano oltre il fiume, in attesa perenne dileguante.

Dalla postfazione del futurista R. Guerra: "Microversi da un Avatar quantico". Più noto come esponente di spicco della nuova fantascienza italiana cosiddetta Connettivista, diverse pubblicazioni rilevanti, già anche Premio Urania Mondadori, Sandro Battisti presenta ora nanosperimentazioni linguistiche e semplicemente sorprendenti. Anche, infatti, blogger creativo (scrive anche su Fantascienza com) nel suo personal universo parallelo nella Rete, oltre a cartografare puntualmente il divenire della science fiction contemporanea, da tempo innesta parole diversamente poetiche compresse come un microchip quantico. In una manciata letterale di versi dilatati come coriandoli lanciati nello spazio, la parola esita come in assenza di gravità, sembrano messaggi criptati di una specie aliena inviati sulla Terra con password prossime alla pubblicità d'avanguardia ancora non creata oppure a ideogrammi Zen o geroglifici o persino Haiku d'Oriente.

submit to reddit





Commenti