Luigi Pirandello a 150 anni dalla nascita, a Taranto con Pierfranco Bruni autore di scritti sul Novecento



Luigi-Pirandello-nascita-Taranto-Pierfranco-Bruni
TARANTO - Giovedì 6 aprile 2017 si parlerà a Taranto dei 150 anni della nascita di Luigi Pirandello con Pierfranco Bruni. Alle ore 18,30, nella Sala Start Up di via Principe Amedeo, 356 di Taranto si discuterà di Luigi Pirandello a 150 anno dalla nascita con Pierfranco Bruni, autore di diversi scritti sul Novecento letterario e antropologico italiana.

Infatti si terrà la presentazione del libro “Luigi Pirandello, il tragico e la follia” di Pierfranco Bruni, saggista e scrittore, vicepresidente del Sindacato Libero Scrittori Italiani,  nonché studioso ed esperto di Etnie Mediterranee presso il ministero dei Beni culturali.

Nel corso verrà proiettato un video su Pirandello a cura di Anna Montella. Recentemente Pierfranco Bruni è stato chiamato a discutere di Pirandello alla Casa di Pirandello di Roma (ora Istituto di Studi Pirandelliani) per illustrare i percorsi della sua ricerca e dei suoi studi sul Novecento di Pirandello.

Un Pirandello atipico e speciale quello che Pierfranco Bruni ci presenta in questo saggio, come è nello stile contro culturale e spettacolare dell’autore,  che grazie alla sua sensibilità e  profondità di studioso chiama in causa direttamente la nostra intelligente curiosità quando affonda il suo sguardo critico su accostamenti a prima vista molto coraggiosi o addirittura arrischiati: Pirandello sciamano, Dante in Pirandello, le radici arabe, tra Occidente e Oriente, ecc.

Pirandello, la cui lettura ci aiuta a capire le nostre inquietudini, le angosce ma anche le utopìe, le follie e le speranze, in questo libro di Bruni viene trasportato in una visione “sciamanica” della vita,  perché scende nelle caverne del proprio essere e ne risale con la consapevolezza di aver oltrepassato i limiti della follia.

Una follia vista non tanto come elemento negativo, quanto come elemento fondamentale della condizione umana con la quale fuggire la propria angoscia e il proprio dramma, come estremo rifugio per potersi salvare dalla tragedia dell'esistenza. A Taranto l’evento culturale rientra nei percorsi didattici che Bruni, per conto del Mibact, sta portando avanti proprio suoi studi che legano istituzionalmente Pirandello e gli elementi antropologici della letteratura.




Commenti