Parte da Noto "Il consu…maturo non rifiuta", iniziativa di sensibilizzazione di sei associazioni dei consumatori

Noto-associazioni-consumatori-Cronaca
NOTO - Rifiuti: al via il progetto regionale Il consu…maturo non rifiuta. L’iniziativa di sensibilizzazione, realizzata da sei associazioni dei consumatori, è finanziata ai sensi della legge 388 del dicembre 2000, con fondi del Ministero dello Sviluppo economico. Il 4, 5, e 6 aprile 2017 parte la tre giorni iniziale da Noto, Ragusa e Caltanissetta.

Partirà martedì 4 aprile il progetto regionale Il consu…maturo non rifiuta, iniziativa di sensibilizzazione e formazione sul tema dei rifiuti, finanziata ai sensi della legge 388 del dicembre 2000, con fondi del Ministero dello Sviluppo economico.

Il progetto è realizzato da sei associazioni dei consumatori (Adiconsum, capofila, Assoutenti Delegazione Sicilia, Unione dei Consumatori, Unione Nazionale Consumatori, Omnia e Consumatori Associati) che, con una copertura capillare di tutto il territorio siciliano, terranno incontri rivolti a scuole, associazioni culturali, ricreative, sportive e di categoria, sindacati e parrocchie. 

L’obiettivo primo - riporta il comunicato stampa - è infatti quello di creare nel cittadino la coscienza dei rifiuti prodotti, della loro quantità e varietà e di come essi siano strettamente connessi ai modelli di consumo adottati.

Da qui il titolo dell’iniziativa costruito con un gioco di parole sulla raggiunta consapevolezza del consumatore, diventato "consumaturo" grazie agli interventi formativi: nel corso degli incontri si intende infatti far comprendere, fin dalla più tenera età, che i rifiuti sono parte integrante dell'intero sistema produttivo e che, non essendo possibile evitarne la creazione, è fondamentale imparare a ridurre i consumi “eccessivi”, e a sviluppare modalità di gestione del rifiuto che prevedano, dove possibile, il riutilizzo e il riciclo.

All’interno di ciascun incontro, infatti, si terranno workshop su modalità di consumo, raccolta, riciclaggio e riutilizzo dei rifiuti, per individuare le best practice del settore.

Inoltre, per offrire un quadro complessivo della tematica, in apertura di ogni appuntamento sarà proiettato un video che, partendo da un excursus sulla storia dei rifiuti, ne illustrerà poi le varie tipologie e i diversi tipi di smaltimento possibili. 

Conclusa la fase degli incontri territoriali, i vari gruppi di lavoro procederanno quindi a elaborare le proposte e le sollecitazioni giunte dai diversi soggetti coinvolti, realizzando un documento di sintesi che contenga indicazioni su modelli di consumo facilmente sostenibili, diminuzione dei rifiuti e loro riutilizzo.  %

In conclusione del progetto, a dicembre 2017, sarà organizzato un convegno finale nel corso del quale sarà presentato il documento conclusivo con le best practice nell’ambito di consumo, riuso e riciclaggio. In quell’occasione sarà inoltre illustrata l’attività svolta a sostegno dell’iniziativa.

Lungo tutto l’arco di durata del progetto, gli sportelli delle associazioni partner  cureranno  una continua e capillare attività di informazione sul territorio, attraverso la divulgazione di brochure informative e la risposta ai quesiti che saranno posti dai consumatori.

I contenuti e le attività facenti parte del progetto saranno inoltre postati sulle pagine dei social network dell’associazione capofila e delle associazioni partner oltre che sul sito www.adiconsumsicilia.it.

La tre giorni iniziale.

Il primo appuntamento sarà martedì 4 aprile alle 10 al Collegio dei Gesuiti, ex Convitto Ragusa, corso Vittorio Emanuele 91, a Noto. Parteciperanno gli alunni dell’I.I.S. Matteo Raeli.

Aprirà i lavori il presidente di Adiconsum Sicilia, Vincenzo Romeo che illustrerà il progetto, quindi sarà proiettato il video illustrativo. Subito dopo Alessandro Maiocchi, responsabile del Centro Studi di Adiconsum, terrà il workshop formativo, al termine del quale verrà somministrato un questionario. 

Seguirà un dibattito

Interverranno il sindaco Corrado Bonfanti, l’assessore all’ambiente Corrado Frasca, l’assessore a Cultura e Pubblica Istruzione, Sabina Pangallo, il segretario generale della Cisl di Ragusa e Siracusa, Paolo Sanzaro, la dirigente e il responsabile alla legalità del Csa di Siracusa, Giovanna Criscione e Fausto Senia, i titolari della ditta Roma snc che svolge la raccolta rsu nel Comune, il dirigente scolastico dell’I.S.S. Matteo Raeli, Concetto Veneziano.

Mercoledì 5 aprile alle 11.30 nell’aula magna del liceo scientifico Enrico Fermi, in Viale Europa 9 a Ragusa, si terrà invece il secondo incontro.

I lavori seguiranno l’ordine della giornata iniziale.

Interverranno inoltre il sindaco Federico Piccitto, l’assessore all’Ambiente Antonio Zanotto e il segretario generale della Cisl di Ragusa e Siracusa, Paolo Sanzaro. 

Giovedì 6 aprile, ultima giornata, l’appuntamento è alle 10 nell’aula magna dell’I.I.S. Angelo di Rocco, in via Leone XIII, 64 a Caltanissetta.

Anche in quest’occasione lo schema dei lavori sarà lo stesso.

Interverranno il sindaco Giovanni Ruvolo, l’assessore all’Ambiente Margherita Vito e il segretario generale della Cisl di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Emanuele Gallo.




Commenti