Piano Urbanistico della città di Caserta spiegato a studentesse e studenti del Liceo Artistico “San Leucio”

Piano-Urbanistico-Caserta-studentesse-studenti
CASERTA - Il Puc arriva al Liceo Artistico “San Leucio”. Il 10 aprile 2017 l’incontro delle studentesse e degli studenti con l’assessora all’Urbanistica del Comune di Caserta Stefania Caiazzo e con il responsabile del piano Fortunato Cesaroni. “Abbiamo fortemente voluto questo momento formativo – spiega il preside Antonio Fusco – perché crediamo che la didattica debba essere integrata con la conoscenza del territorio e di quanto si fa dove si vive.

La disponibilità dell’assessora Caiazzo e dell’ingegnere Cesaroni hanno permesso ai nostri giovani del corso di Architettura di avere una visione più ampia e chiara di quanto si va progettando e decidendo per la città nella quale vivono e vivranno. Prezioso è stato il contributo del consigliere comunale Domenico Maietta con il quale è da tempo forte la sinergia, e naturalmente del corpo docente che ha preparato la platea a meglio seguire l’incontro”.

Una lezione sul significato del Piano Urbanistico della città di Caserta, sull’importanza che ha la conoscenza e la partecipazione da parte della collettività.

“Siamo convinti – ha detto l’assessora Caiazzo – che questi incontri siano importantissimi e che ci sia bisogno di contributi di idee. I giovani sono quelli che abiteranno la città. La visione dell’amministrazione è incentrata sulla valorizzazione di tutto il territorio cittadino, senza distinzione tra centro e frazioni. Vogliamo valorizzare gli spazi considerati spesso marginali, puntare sulle frazioni collinari inserendo punti di forza, attrazioni, per potenziare lo sviluppo economico locale. Sono certa che ci saranno altri incontri, che ci rivedremo per parlare dei suggerimenti che da questa scuola e dal mondo dei giovani arriveranno”.

Slide e questionario per fare conoscere il Puc, per raccogliere idee e sollecitazioni.

“L’urbanistica – ha detto Cesaroni – è una materia sociale, decide di processi irreversibili e per questo l’amministrazione ha deciso di condividerli con la comunità. La redazione del Puc deve ispirarsi a principi di trasparenza e informazione rivolta ai cittadini tutti, al fine di sviluppare una proficua discussione. Siamo convinti che ascoltare, prima di decidere, sia il criterio di base per approcciarsi al tema”.




Commenti