Anteprima dell'album "Magic Galaxy", la cantante marocchina Meryem Aboulouafa all'Auditorium Parco della Musica

anteprima-album-magic-galaxy-cantante
Meryem Aboulouafa
ROMA - Meryem Aboulouafa: la cantante marocchina in concerto all'Auditorium Parco della Musica. Un ponte tra tradizione e modernità, tra cultura islamica ed europea: dopo la tournée appena conclusa in Indonesia e in Marocco, fa tappa a Roma la cantante e musicista marocchina Meryem Aboulouafa: sarà in concerto al Parco della Musica di Roma venerdì 28 aprile 2017 con l'anteprima dell'album "Magic Galaxy".

MERYEM ABOULOUFA voce FRANCESCO SANTALUCIA  piano percussioni elettronica ANDREA CANGIANIELLO  batteria, percussioni RUGGIERO BALZANO basso acustico, elettrico.

Dopo il successo del tour in Indonesia e Marocco, venerdì 28 aprile la cantante, musicista, autrice e performer marocchina Meryem Aboulouafa sarà in concerto, per la prima volta a Roma in esclusiva per l'Auditorium, al Teatro Studio "Gianni Borgna" dell'Auditorium Parco della Musica: un'anteprima assoluta del suo album "Magic Galaxy", inciso tra Roma e New York e prodotto insieme al pianista Francesco Santalucia, conosciuto in Italia. La cantante, con la sua musica e il suo percorso artistico e di vita, rappresenta un ponte tra cultura islamica ed europea, tra tradizione e modernità.

Con la sua chitarra acustica e la sua voce che non nasconde asprezze e flessioni, in questo disco Meryem registra le sue riflessioni ed il suo sguardo sul mondo: tra il conscio e l’immaginazione, le tredici canzoni narrano le esperienze di una giovane donna nei suoi viaggi tra Roma, Casablanca e Turchia e quelle nei viaggi infiniti dentro il proprio universo personale. Considerazioni, paure e anche delusioni attraverso brani scritti e interpretati in inglese, arabo e francese, tra cui la cover di "Feeling Good", celebre brano reso famoso da Nina Simone. Per questo concerto, sarà sul palco con Francesco Santalucia impegnato al piano, percussioni ed elettronica, con il batterista Andrea Cangianiello e cn Ruggiero Balzano al basso acustico ed elettrico.

La voce ipnotica di Meryem conduce in un viaggio pieno di sensibilità dalle sonorità soft e dalle liriche profonde, dove si percepisce il suo amore per la canzone autorale francese degli anni' 60 (George Brassens, Jacques Brel, Edith Piaf) ed per il pop/rock (Beatles, Scorpions, Pink Floyd…).

Dopo aver trascorso anni al Conservatorio di Parigi studiando violino, chitarra, armonica, danza classica e recitazione, Meryem fa ritorno nella sua acittà di origine, Casablanca, per la sua prima apparizione al Casablanca Festival 2009.

Meryem viene introdotta al folk e pop dal padre. Nel 2012, subito dopo aver terminato gli studi al ‘Conservatoire de Paris’ di Casablanca ed all’Istituto d’arte della stessa città, si dedica completamente alla musica. Nell’ambito del Nouzha Fannia, per un workshop del regista Harauld Sextus, scrive e compone "Smile", pezzo dedicato alla sua città. 

L’incontro con il cantante marocchino Oum le ispira altra musica. Compresa l’importanza delle collaborazioni artistiche, dà la sua voce a Pixylone, un progetto del 2010, collabora con il chitarrista e produttore Khalid Jalal, prende parte al progetto del produttore di musica Dobosmium basato sulla poesia marocchina. Nel 2013 partecipa al City SounDS Concerts, progetto realizzato a Marsiglia, ed al Pop Up Studio, progetto del British Council in Marocco che le permette di registrare un nuovo brano, pubblicato su cd e trasmesso dalle radio. Nello stesso anno si trasferisce per un mese in Turchia per collaborare alla colonna sonora del film di Leonardo Dalessandri "Watchtower of Turkey". Nel 2015 partecipa a diversi eventi: Art Embassy di Londra, Amsterdam music Festival ed alla quinta edizione di Casablanca-Bouskoura ed alla sesta edizione di Come to my town a Roma, un evento per celebrare la poesia andalusa dal nono al quattordicesimo secolo, progetto creato e diretto da Moulay Driss Alaoui.

Commenti