Cosa rende un uomo un assassino? È possibile entrare nella mente di uno spietato serial killer? “Modus - La paura”

uomo-assassino-mente-serial-killer
MILANO - In prima tv assoluta su laeffe da martedì 4 aprile 2017, ore 21,10, “Modus La Paura", dal bestseller di Anne Holt. Il thriller psicologico che ha conquistato il Nord Europa. Nelle strade di Stoccolma, la caccia tra uno spietato serial killer e una psicologa, ex profiler Fbi, diventa un viaggio all’interno della natura umana più profonda.

Cosa rende un uomo un assassino? È possibile entrare nella mente di uno spietato serial killer?

Martedì 4 aprile 2017 alle ore 21.10 arriva in prima tv assoluta su laeffe (Sky canale 139) “Modus – La paura”, la serie crime scandinava che ha conquistato il Nord Europa, tratta da “La paura”, il bestseller di Anne Holt dal 21 marzo edito in Italia da Einaudi.

Scrittrice, avvocata ed ex ministra della Giustizia norvegese, Anne Holt è una delle regine indiscusse del thriller con ben 6 milioni di libri venduti in tutto il mondo. “Modus – La paura” è la serie di maggior successo nella tv scandinava degli ultimi anni ed è stata già distribuita in UK, Svezia, Germania, Novergia, Danimarca, Olanda, Islanda, Belgio. Forte della sua popolarità, gli sceneggiatori Peter Thorsboe e Mai Brostrøm – già vincitori di 3 International Emmy Awards con Unit one, The Eaglee The Protectors – hanno già adattato un altro libro di Holt per la seconda stagione.

Uno spietato serial killer colto sul fatto da una ragazzina autistica: da qui prende avvio la serie, diretta da Lisa Siwe (The Bridge) e Mani Maserrat, ambientata negli splendidi e melanconici paesaggi nordici di Stoccolma; in un sapiente mix fra mistero, thriller e psicologia, la serie va oltre alla semplice ricerca di un colpevole, è un viaggio all’interno della natura dell’uomo, dei suoi segreti, ossessioni, debolezze, zone oscure e peculiarità, toccando temi universali come la religione, l’amore e la giustizia e, nel particolare, tolleranza, unioni omosessuali e diritti civili. 

Inger Johanne Vik, interpretata da Melinda Kinnaman (Jesus, Il figlio della domenica sceneggiato da Ingmar Bergman, La mia vita a quattro zampe), è una scrittrice, psicologa ed ex profiler dell’FBI con una figlia autistica, Stina. Inger, con la collaborazione del detective Ingvar Nymann (Henrik Norlén), per proteggere la sua famiglia cerca di mettere insieme ogni indizio per svelare il mistero dietro questi scioccanti crimini, svelando il collegamento con una rete criminale internazionale.

Tra gli attori, anche Marek Oravec (Captain America – Il primo vendicatore) nei panni del freddo e calcolatore Richard Forrester e Krister Henriksoon (Kurt in Wallander), marito di una delle vittime, il vescovo Elisabeth Lindgren (interpretata da Cecilia Nilsson).

“Del libro di Anne abbiamo trovato affascinante il fatto che, oltre alle indagini, si sofferma soprattutto sui personaggi, tutti affrontati in modo profondo e articolato, attraverso le vicende della loro vita quotidiana e famigliare” – ha dichiarato Mai Brostrøm – “Inger è un personaggio difficile e introverso, forse nei libri lo è ancor di più. Lo spettatore viene trascinato nel vortice dei crimini ed è spinto anche a conoscerla in profondità”. Prosegue: “Lo stesso approccio è stato utilizzato per il killer. Lo spettatore sa fin dal principio chi è, lo si vede uccidere e anche fare altre cose, riuscendo così a entrare nella sua testa. C’è sempre un motivo personale che spinge a commettere crimini e quindi ritengo che uno dei punti forti della serie sia proprio la capacità di entrare nella mente di chi commette questi delitti”.

L’appuntamento con “Modus – La paura, 8 episodi da 60 minuti ciascuno, è a partire dal 4 aprile per 4 martedì alle ore 21.10 su laeffe (Sky canale 139) per il ciclo Bestseller in Tv ed è disponibile anche su Sky on demand e SkyGo.

Commenti