La prima guida sulle scimmie antropomorfe detenute in strutture zoologiche, con Jane Goodall Institute e Carabinieri

guida-scimmie-antropomorfe-detenute-strutture-zoologiche
ROMA - La nota ricercatrice e primatologa Jane Goodall all’Auditorium Musica per Roma con i Carabinieri per l’ambiente e gli animali. Il Jane Goodall Institute celebra 40 anni con la pubblicazione: “Scimmie come noi. Conoscere per salvare. Guida alle grandi scimmie nelle strutture italiane”. Auditorium Parco della Musica, Studio 3, Roma, 10 maggio 2017, ore 16.

Il Jane Goodall Institute Italia e l'Arma dei carabinieri presentano la prima guida sulle scimmie antropomorfe detenute presso le strutture zoologiche italiane. 

“Scimmie come noi. Conoscere per salvare. Guida alle Grandi Scimmie nelle Strutture Italiane” è un’opera divulgativa rivolta in particolare ai giovani e contiene tutte le notizie relative allo stato di conservazione delle scimmie antropomorfe, al loro sfruttamento in cattività, al traffico illegale che le ha minacciate e all’opera delle autorità per fermare questo crimine. La pubblicazione arriva in occasione dei 40 anni di attività del Jane Goodall Institute, fondato nel 1977 dalla scienziata Jane Goodall, Messaggero di Pace ONU. 

E proprio alla presenza di Jane Goodall si terrà la presentazione della Guida il 10 maggio alle ore 16 presso lo Studio 3 dell’Auditorium Parco della Musica. Interverranno insieme a Jane Goodall, la presidente del Jane Goodall Italia Daniela De Donno, il generale Antonio Ricciardi comandante dell’Unità Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri e la primatologa italiana Cnr Elisabetta Visalberghi; conduce Maria Luisa Cocozza.

“La Guida illustrata è una pubblicazione unica in Europa” - dichiara Daniela De Donno, presidente e fondatrice del Jane Goodall Institute Italia e autrice della pubblicazione insieme a Flaminia Casadei, Elettra D’Amico e Asia Guerreschi.

“Nasce dalla volontà di riconoscere l’importanza di ogni singola Grande Scimmia presente nel nostro paese – prosegue Daniela De Donno - e di valorizzare e tutelare la loro esistenza, dall’uomo costretta in cattività, rendendo ognuna ambasciatrice della propria specie e conservazione”.

Attraverso la conoscenza e l’osservazione di ciascuna scimmia comprenderemo l’unicità del singolo e l’importanza del loro vivere sociale, quale sia il nostro ruolo nei loro confronti e infine come garantirne la sopravvivenza allo stato libero e come offrire le migliori condizioni di vita possibili in cattività.

La Guida, ricca di immagini, incluse quelle delle singole scimmie presenti nelle strutture italiane, e realizzata con il contributo del Servizio CITES, l’organo di controllo che si è occupato di bloccare il traffico di primati in Italia, si apre con una prefazione di Jane Goodall e un messaggio di Douglas Cress, coordinatore del Segretariato del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente GRASP-Great Apes Survival Partnership. La pubblicazione è stata realizzata grazie alla collaborazione del Servizio CITES, il sostegno e la collaborazione di SOS GAIA e delle maggiori strutture zoologiche italiane, quali Parco Natura viva, Safari Ravenna e Bioparco di Roma. Una ampia sezione è inoltre dedicata all’approfondimento, con il contributo di autori prestigiosi del panorama della primatologia e della conservazione, e include interventi sull’uso dei primati nella sperimentazione animale e nell’industria dello spettacolo.

submit to reddit





Commenti