Opere recenti di Sandro Sanna nella mostra "La Geometria della Natura", a cura dell’artista plastico António Olaio

sandro-sanna-mostra-geometria-natura
LISBONA - L'Istituto Italiano di Cultura di Lisbona inaugura la mostra 'La Geometria della Natura', alla presenza dell'artista Sandro Sanna, 8 giugno 2017, alle ore 19. Continuano le mostre di arte contemporanea all’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona, che presenta opere recenti di Sandro Sanna nell’esposizione ‘La Geometria della Natura’, a cura dell’artista plastico António Olaio, direttore del Collegio delle Arti dell’Università di Coimbra e testo critico di Lorenzo Canova.

L’inaugurazione, alla presenza dell’artista, è prevista per giovedì, 8 giugno alle ore 19, nell’ex Cappella dell’Istituto Italiano, nella sua sede di Rua do Salitre, 146 a Lisbona.

Il critico e storico dell’arte Lorenzo Canova, docente di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università del Molise, ha scritto sulle metamorfosi di luce dell’artista ‘Sandro Sanna riscopre antiche visioni cosmologiche con uno sguardo visionario sospeso tra passato e futuro, in un sistema dinamico in perenne metamorfosi di orbite mutevoli che si ricompongono attraverso nuove e differenti coordinate, in un vortice di forme rinate dal nero per divenire tagli di luce assoluta che aspirano a dare ordine e misura all’infinito (…). Nel suo raffinato e intenso uso della geometria, dell’oro e degli splendori cangianti del metallo, Sanna rimedita e rinnova quindi i motivi cosmologici e metaforici delle forme che nella loro natura splendente uniscono terre e religioni, le decorazioni di chiese, templi e moschee per alludere alla perfezione matematica dell’universo retto e dei suoi enigmi (…)’.

Sandro Sanna nasce a Macomer, in Sardegna nel 1950, vive a Roma dal 1965. Tra le numerose mostre pubbliche e private si ricordano: la X Quadriennale d’Arte di Roma del 1975, la Biennale d’Arte Città di Milano del 1989 e nel ’93, il Premio Marche del 1990, nel 1997 l’Arte a Roma Premio acquisto della Galleria Comunale d’Arte Moderna, ’98 personale presso il Museo Laboratorio d’Arte Contemporanea dell’Università la Sapienza di RomaNel 2000, mostra personale a Palazzo De Riso Gagliardi di Vibo Valentia Omaggio a Giuseppe Berto. Nel 2001 8ª Biennale Internazionale del Cairo; nella Galleria Comunale d’Arte di Ciampino (Rm) propone Cosmogonia 2001. Nel 2003 Metallica, personale presso la galleria della CAM Editrice, sempre nel 2003, a cura del Comune di Roma e di ACEA s.p.a., è installata in Piazza Re di Roma, “Meteora”, scultura di acciaio e luci alta 8 metri. Nel 2004 grande mostra antologica nel Museo Nazionale d’Arte della Romania, presso il Palazzo Reale di Bucarest e nel Museo Nazionale d'Arte della Moldova a Chisinau. A Seoul in Corea è proposta presso la Galleria della Biblioteca Nazionale, un’importante esposizione con opere di grande formato. Nel 2005 ha partecipato all’Esposizione Universale di Aichi, e tiene una mostra personale negli Stati Uniti nelle città di Los Angeles, San Francisco, Chicago e Washington a cura del MAE. Nel 2006 partecipa a Natura e Metamorfosi a Shangai e Pechino ed è presente nella mostra Mito e Velocità tenutasi presso le Scuderie del Cremlino a Mosca.

Le sue opere della Collezione Farnesina sono esposte nella mostra itinerante Viaggio nell’arte italiana 1950-80, cento opere dalla Collezione Farnesina, che attraversa Sarajevo, Sofia, Budapest, Suibiu e Bucarest.

Sanna è presente con alcune opere nella Collezione VAF-Stiftung del MART di Rovereto.

Nel 2008 torna in Cina con la mostra Energie Sottili della Materia, all’Urban Planning Exhibition Center di Shanghai e presso la China National Accademy of Painting a Beijing, 59° Premio Michetti ove riceve il Premio acquisto Ruffini. Nel 2009, Dinamismo/Spazio/Luce Nera, G. Balla, L. Fontana, R. Almagno, S. Sanna, Università del Molise, Campobasso.

Nel 2010 l’Accademia Nazionale dei Lincei gli attribuisce il Premio Leonardo Paterna Baldizzi per la scultura, per l’opera “Meteora”.

Nel 2011 Percorsi riscoperti dell’arte italiana nella VAF-Stiftung 1947 - 2010, MART, Rovereto.

Nel 2012, presso il Museo Carlo Bilotti di Roma, La Luce Oscura della Materia Sandro Sanna - Roberto Almagno. Dinamismo Statico, personale presso la Galleria Pièce Unique di Beirut, Libano. 

2013 Universi Vibranti, personale presso Arte Cortina di Milano e Origine nella galleria Porta Latina di Roma, Bendini, Guerrini, Sanna. Nel 2014 alla 65ª edizione del Premio Michetti riceve il premio “Dante Ruffini e Maddalena Pettirosso”, prende parte a La Luce e l’Icona, Cimitile Basiliche Paleocristiane (NA). 2015 aMare, personale, Galleria Tralevolte, Roma; Premio Vasto, Scuderie di Palazzo Aragona, Vasto (CH). 2016 partecipa alla mostra Fragili Eroi, Museo Bilotti, Roma. È presente nella collezione della Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma con Cosmogonia 2001, opera di grandi dimensioni.

La Mostra è visitabile fino al 28 luglio 2017, dal martedì al venerdì: dalle 10 alle 12,30; dal martedì al giovedì: dalle 16 alle 18. Chiusa: lunedì, sabato, domenica e festivi.




Commenti