Stefano Bartezzaghi a Napoli per la presentazione del suo ultimo libro “Parole in gioco”. Dagli analfabeti ai Nobel

stefano-bartezzaghi-napoli-libro-gioco
Stefano Bartezzaghi
NAPOLI - Stefano Bartezzaghi al Grand Hotel Parker’s di Napoli presenta il suo ultimo volume Parole in gioco. Sabato 10 giugno 2017, ore 17,30. Dal mese di maggio 2017 sulla facciata del Grand Hotel Parker’s è esposta un’installazione contemporanea della misura di 93 metri quadrati: un maxi cruciverba che ripercorre in un celato percorso narrativo, alcune delle fasi più importanti vissute dallo storico hotel, sinonimo di ospitalità a Napoli sin dal 1870.

L’installazione, nata da un’intuizione del direttore Antonio Maiorino che ne ha personalmente costruito lo schema combinando definizioni e soluzioni, ha fortemente destato la curiosità e l’interesse di Stefano Bartezzaghi che ha così scelto il Grand Hotel Parker’s per la presentazione del suo ultimo libro “Parole in gioco” (Edizioni Bompiani): un viaggio nel mondo dei “giochi di parole”, una dimensione comune a tutti dagli analfabeti ai premi Nobel. Sabato 10 giugno alle 17.30 Bartezzaghi sarà dunque nello storico hotel per incontrare il pubblico e i suoi appassionati lettori: un invito a conoscere il grande funambolo del linguaggio e la storia delle più curiose ed enigmatiche combinazioni linguistiche. “Capire quando una parola giochi e quando faccia sul serio non è facile, e forse non è neppure del tutto sensato. Il gioco è una potenzialità sempre presente nel linguaggio umano”, dice Bartezzaghi.

Dall’enigmistica alla pubblicità, dalla satira ai tweet, la lingua mette in gioco le parole in modo che ci avvincano ancora prima che convincerci. In “Parole in gioco. Per una semiotica del gioco linguistico” (Edizioni Bompiani, Euro 17, pagine 263 – collana Bompiani Overlook) Bartezzaghi spiega dunque la natura di queste scintille dell’intelligenza invitando il lettore ad appropriarsene. 

Con questa attesa presentazione - riporta il comunicato stampa -, in cui l’autore racconterà del suo ultimo lavoro partendo proprio dal maxi cruciverba esposto sulla facciata dell’hotel, continua al Parker’s il “gioco” enigmistico che ripercorre le tante storie che hanno attraversato l’albergo in oltre 150 anni di vita e le persone famose che vi hanno alloggiato. 

Stefano Bartezzaghi (Milano, 1962) docente di Semiotica e di Teorie della Creatività, è collaboratore del quotidiano La Repubblica ed autore di diverse raccolte di giochi linguistici, enigmistici e letterari. Sua è la prima storia del cruciverba L’orizzonte verticale (2007). E’ direttore del master di giornalismo alla Iulm di Milano e dirige “Il senso del ridicolo”, festival di Livorno sull’umorismo.




Commenti