Calcio, sospetti sull'esito delle procedure della Lega Professionisti Serie A per l’assegnazione dei diritti tv

calcio-lega-professionisti-serie-a
ROMA - Antitrust, avvio procedimento per presunto cartello tra intermediari diritti TV internazionali della Lega Calcio. Nel corso della riunione del 19 luglio 2017 l’Autorità ha deliberato l’avvio di un procedimento nei confronti delle società appartenenti ai gruppi Media Partners & Silva, IMG e B4, intermediari nella gestione, commercializzazione e distribuzione di diritti relativi alla trasmissione di eventi sportivi, al fine di accertare possibili violazioni dell’art. 101 del TFUE, poste in essere dai soggetti partecipanti alle gare indette, a partire dal 2009, dalla Lega Professionisti serie A per la commercializzazione dei diritti relativi alla visione all’estero delle partite svolte nel territorio italiano nell’ambito della Serie A (Campionati di Calcio di serie A, Torneo di Coppa Italia, Gara della Supercoppa di Lega, nonché alcuni campionati giovanili e della squadra di calcio della Lega) e della serie B.

In particolare - riporta il comunicato stampa -, si sospetta che gli intermediari, a partire dal 2009, abbiano posto in essere comportamenti volti ad alterare l’esito finale delle procedure indette dalla Lega Professionisti Serie A per l’assegnazione dei diritti TV relativi alla visione delle competizioni di calcio nei territori diversi dall’Italia, a ripartirne gli utili e le aree geografiche di distribuzione. 

L’istruttoria è stata avviata sulla base della documentazione trasmessa dalla Procura della Repubblica di Milano in relazione a un’indagine relativa a diverse ipotesi di reato riguardanti le gare oggetto di accertamento. 

Nel corso della giornata del 27 luglio 2017 si sono svolte ispezioni, con l’ausilio della Guardia di Finanza, presso le sedi delle società partecipanti alle gare e di altri soggetti ritenuti in possesso di informazioni rilevanti. 

Il termine per la conclusione del procedimento è fissato al 31 ottobre 2018.




Commenti