Philippe Daverio “testimonial” della cerimonia di premiazione del Premio Letterario “Casinò di Sanremo-Antonio Semeria”

philippe-daverio-testimonial-premio-letterario
Philippe Daverio
SANREMO - Philippe Daverio al Premio “Casinò di Sanremo-Antonio Semeria”. Philippe Daverio presenta il suo libro: “Le stanze dell’armonia” (Rizzoli). Domenica 30 luglio 2017, alle ore 20,30, nell’ambito della Premiazione del Premio Letterario Nazionale “Casinò di Sanremo-Antonio Semeria”.

Riunione della Giuria popolare e proclamazione del vincitore.

Philippe Daverio, critico d’arte e scrittore,  sarà il “testimonial” della cerimonia di premiazione del Premio Letterario Nazionale “Casinò di Sanremo-Antonio Semeria” sezione “Narrativa inedita”. Domenica 30 luglio nel Teatro dell’opera del Casinò alle ore 20,30 dopo la presentazione delle opere finaliste, terrà una lectio magistralis sul suo ultimo libro:” Le stanze dell’armonia. (Rizzoli).

La partecipazione del professore Philippe Daverio alla cerimonia consacra l’importanza dell’evento culturale, che si sta consolidando edizione dopo edizione.

Philippe Daverio, storico dell’arte, incarna l’anelito verso il bello sia nei suoi libri che nelle sue esposizioni e le sue trattazioni. E’ uno studioso di dimensione internazionale, che riesce a trasfondere, con profonda  semplicità,  l’amore per l’arte e per il bello.

L’ultima opera, che presenterà al Casinò, interpreta l’Europa attraverso il suo patrimonio museale, riscoprendo radici  e valori comuni, che superano le realtà istituzionali comunitarie.

Le stanze dell’armonia (Rizzoli) «Il museo narra l'armonia fra le opere d'arte, ma anche quella fra le opere e le società che le hanno viste nascere e le hanno raccolte».


Questo libro è la testimonianza della passione dell'autore per quella "penisola occidentale del continente asiatico che si chiama Europa" e del legame culturale che esiste fra i popoli che la abitano. 

I turisti che invadono le capitali hanno come tappa obbligata la visita ai grandi musei, vere e proprie "stanze delle meraviglie" che custodiscono la memoria di un senso comune dell'armonia che ha unito gli europei nel corso dei secoli, una memoria effettivamente collettiva di un'Europa miracolosamente già unita. Philippe Daverio ripercorre la storia delle istituzioni, delle dinastie e delle evoluzioni della società civile passando in rassegna diverse tipologie di raccolte museali, da quelle "nazionali", che rispecchiano l'identità dei singoli Stati, a quelle nate da collezioni private, di principi o di imprenditori, fino a quelle dedicate a un determinato periodo storico. Per ogni museo, sulla scorta di curiosità e gusti personali, l'autore ci accompagna poi in una visita guidata alla scoperta di opere o percorsi meno frequentati, ai margini degli itinerari più battuti, al fine di stimolare l'immaginazione e aprire nuovi orizzonti In base al vecchio detto francese "Les voyages forment la jeunesse", i giovani si formano viaggiando, il tour d'Europa attraverso i musei si riconferma una destinazione attraente e istruttiva per i curiosi di tutte le età.

“Diamo il benvenuto al professore Philippe Daverio, ai finalisti del nostro Premio Letterario nazionale, a tutti coloro che vorranno condividere, domenica questo momento culturale, in linea con la nostra grande tradizione.” – afferma il consigliere Olmo Romeo, vicepresidente di Federgioco- “Siamo particolarmente orgogliosi del rapporto instaurato con la Marina italiana, a cui verranno consegnati due premi speciali, per due volumi altrettanto eccezionali: il libro dedicato al veliero Amerigo Vespucci, che l’anno scorso ha ospitato la nostra cerimonia di premiazione e “Obbiettivo Grande Guerra” edito dall’Ufficio Storico della Marina Italiana. Si tratta di due opere di grande pregio che hanno meritato l’attenzione della giuria tecnica. Giuria che   da oggi si può  fregiare del sostegno anche del professore Francesco de Nicola, illustre docente universitario, nonché saggista a livello internazionale.  La sua partecipazione al nostro evento letterario cementa la sua presenza nel panorama culturale e  ci sprona verso nuovi risultati  con la finalità di essere un promettente palcoscenico per evidenziare l’estro creativo di scrittori emergenti."

Conclude: "Rinnovo i ringraziamenti di tutto il Cda a S.E. il signora prefetta,  dottoressa Silvana Tizzano, presidente del Comitato d’onore del Premio, per la sua  partecipazione, che ci sostiene, a tutto il comitato d’onore e al precedente Cda, che ha permesso la creazione di questo evento. Esprimiamo il nostro sostegno  alla giuria tecnica, nella persona del presidente Matteo Moraglia, per il sempre puntuale svolgimento  del Premio, che vede una qualificata partecipazione  da tutta Italia, positivo segnale dell’attenzione verso questa competizione letteraria, a cui non possiamo che augurare  “una buona traversata””.

La Giuria Tecnica, presieduta dal dottore Matteo Moraglia, storico ed editore letterario, ha così scelto la terna finalista, enunciata in ordine alfabetico:

Terna finalista 

Anna Maria Barini   “La vita ritrovata” - La Spezia

Rocco Lentini  “Le terre di Malizia” - Reggio Calabria

Ilaria Spes: “Nella spira di una conchiglia” - Guanzate – Como  

Premi  attribuiti  dalla Giuria

Menzione  speciale  della Giuria 

All’Ufficio Storico della Marina Militare per il volume :” Obbiettivo Grande Guerra “

Menzione d’onore  della Giuria 

Alla Marina Militare per il  volume  “Ieri Oggi domani 1931-2916 Nave scuola Amerigo Vespucci"

“Sia nelle opere di poesie sia in quelle di narrativa inedita abbiamo riscontrato una padronanza linguistica e una interessante originalità di contenuti, che ci ha notevolmente impressionato.” ”-Dice il dottore Matteo Moraglia, a nome della giuria- “La Giuria tecnica, considerando analiticamente i diversi testi, ha raggiunto un giudizio unanime, espresso nella terna finalista. Sarà la giuria popolare, il prossimo 30 luglio, a decretare il vincitore.  In autunno la giuria tecnica si riunirà nuovamente per emettere il suo giudizio sui libri editi.”

Abbiamo pubblicato il quarto libro vincitore del Premio “Casinò di Sanremo-Antonio Semeria”- sottolinea il dottore Fabrizio De Ferrari, Presidente della De Ferrari editore  – Dopo  “L’ amore puro ” di Roberto Pulcini, vincitore della Prima Edizione, la silloge di liriche  “Il Mare all’improvviso” di Nunzio Buono,  “Il Mare sopra il cielo” di Ferdinando Scavran, presentiamo la silloge poetica di Assunta Spedicato, segno tangibile dell’importanza e della serietà di questo premio, che sta crescendo e che ci vede fortemente impegnati.  Si sta formando una collana dei libri vincitori, diffusi nelle diverse regioni italiane, a promozione del Premio”. 

La cerimonia di Premiazione si svolgerà  domenica 30 luglio alle ore 20.30 nel Teatro dell’Opera del Casinò.

Alle ore 20,15 si costituirà la giuria popolare, che esaminerà le tre opere finaliste e voterà in base alla lettura di tre brani scelti e presentati dai finalisti.  Anna Blangetti, regista ed attore  della Compagnia stabile “Città di Sanremo” curerà la lettura dei testi.

Alle ore 21 interverrà Philippe  Daverio, con la sua prolusione. Al termine  verrà presentata l’opera vincitrice della sezione poesia, pubblicata dalla De Ferrari Editore. Verranno comunicati i risultati della votazione  della giuria popolare e quindi verrà effettuata la premiazione. 

Il Premio Letterario Nazionale è stato intitolato a Antonio Semeria, illustre personalità sanremasca, eccellente professionista, amministratore pubblico, editore,  scomparso nel 2011, che nominato presidente del Casinò negli Anni 80, sostenne la nascita de “I Martedì Letterari”,  come prosecuzione de “I Lunedì letterari” di Luigi Pastonchi. Semeria promosse  le iniziative culturali,  ben conscio  di  come la Casa da Gioco dovesse tutelare e conservare la sua eredità e  la sua immagine di salotto letterario  e centro ludico. 

Il Comitato d’onore del Premio è così composto: presidente S.E. la signora prefetta di Imperia, dottoressa Silvana Tizzano, il presidente del Tribunale di Imperia, dottore Edoardo Bracco,  il signor sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, il signor contrammiraglio Giovanni Pettorino, l’assessora regionale alla Cultura, dottoressa Ilaria Cavo, l’assessore regionale al Turismo, avvocato Gianni Berrino,  l’assessora al Turismo e Cultura di Sanremo, Daniela Cassini, il professore Francesco De Nicola il Cda del Casinò di Sanremo composto del presidente, dottore Massimo Calvi, consiglieri avvocati Elvira Lombardi e Olmo Romeo e del direttore generale, ingegnere Giancarlo Prestinoni.

La giuria tecnica è così formata: presidente dottore Matteo Moraglia, editore Leucotea, storico, membri:  professoressa Elisa Rosa Giangoia, docente, scrittrice, saggista, dottore Michele Marchesiello, scrittore e  magistrato,  ragioniera Paola Monzardo, commercialista,  dottore Marco Mauro, medico chirurgo, dottore Fabrizio De Ferrari, giornalista ed editore, dottoressa Marzia Taruffi, responsabile dell’ufficio Stampa-Cultura della Casa da Gioco, segretaria generale del Premio.




Commenti