Concerto di Ferragosto su Rai Tre. A Fabrosa Sottana l'Orchestra Bartolomeo Bruni della Città di Cuneo

FABROSA SOTTANA - Il Comune di Frabosa Sottana ospiterà la 37^ edizione del Concerto di Ferragosto. L'anfiteatro naturale dell'Alpe Gavo Bracco, località a 1650 metri di quota tra Prato Nevoso ed Artesina, accoglierà come da tradizione l'Orchestra Bartolomeo Bruni della Città di Cuneo, diretta quest'anno dal M° Andrea Oddone, che proporrà sinfonie frizzanti ed evocative che spazieranno da Verdi a Franz von Suppé, con musiche di Pizzini, Dvorak e Gershwin.

concerto-ferragosto-rai-tre-fabrosa-sottana
Confermata, anche per questa edizione, la diretta su RAITre che avrà inizio a partire dalle ore 12.55. Per il direttore del Centro di produzione RAI di Torino, Roberto Nepote, “il nostro Centro ha particolarmente a cuore il Concerto di Ferragosto perché, oltre ad essere un qualificato momento di musica e cultura – garantito dall’Orchestra Bruni di Cuneo - valorizza il territorio del Piemonte, portandone caratteristiche e bellezze nelle case degli italiani, con una trasmissione in diretta di 60 minuti su RaiTre che evidenzia anche le attrattive di questa regione”.

La produzione RAI di Torino - riporta il comunicato stampa - ha altresì proposto sui teleschermi nazionali uno spot promozionale, in onda a partire dal 2 agosto scorso, dedicato al grande Concerto in quota del Cuneese.

Il presidente dell’ATL del Cuneese, Mauro Bernardi, afferma: “il Concerto di Ferragosto è divenuto un appuntamento imperdibile per i cuneesi e per i moltissimi turisti internazionali che nel periodo estivo frequentano le nostre Alpi. L’abbinamento di musica classica e paesaggi mozzafiato ha sempre garantito, e garantirà anche quest’anno, un successo straordinario per questo evento che vede unite le forze degli enti locali e la professionalità dell’Orchestra B. Bruni. Siamo onorati della scelta della RAI di proporre sulla TV nazionale anche questa 37^ edizione del Concerto, seguito in RAI in tutti questi precedenti anni, fin dalla sua prima edizione nel 1981, dal compianto Gianfranco Bianco, che tutti noi ricordiamo con grande stima.”.

RICERCHE CORRELATE






Commenti