Festival dei Sensi, il Corpo protagonista del 2017. Attività originali e stimolanti, ricche di contaminazioni

MARTINA FRANCA - Torna attesissimo il Festival dei Sensi Trulli e masserie, borghi immacolati inondati di luce, centri storici ricchi d'arte e memorie e argentee campagne coltivate ad ulivi che regalano colori e profumi mediterranei. Un'istantanea dello splendore della valle d’Itria, terra di magica bellezza e di scorci suggestivi sconosciuti ai più che ospiterà nel mese di agosto l’ottava edizione del Festival dei Sensi.

festival-sensi-corpo-contaminazioni-cultura
Affermatosi negli anni come una delle manifestazioni culturali più interessanti e ricercate, dopo aver debuttato con successo nel mese di maggio anche nel Parco dei Gessi Bolognesi, il Festival dei Sensi torna per l’edizione estiva 2017 con un programma di eventi di affascinante suggestione. Protagonista quest’anno sarà il Corpo: dal 22 al 24 agosto 2017 esperti di chiara fama, scienziati, umanisti e artisti di calibro internazionale incontreranno il pubblico del Festival, costruendo un percorso sorprendente fatto di incontri, dibattiti, proiezioni, laboratori e mostre fotografiche.

La rassegna, che ha ricevuto dalla Presidenza della Repubblica la Medaglia d’Onore come riconoscimento di eccellenza della sua funzione culturale e che per prima si è distinta nella ricerca di ambientazioni d’eccezione, proporrà anche questa volta la sua suggestiva caccia al tesoro nel patrimonio naturalistico e storico della Valle d'Itria, uno dei più fascinosi territori d’Italia.

L’inaugurazione avrà luogo il 22 agosto a Martina Franca, all’interno della splendida Masseria Palesi, appositamente aperta al pubblico.


Nelle tre intense giornate, oltre a prestigiose conferenze e lezioni, il Festival dei Sensi prevede come sempre attività originali e stimolanti, ricche di contaminazioni: tra queste due esclusive mostre fotografiche - “Il corpo ruota di fronte all’osservatore” di Stefano Graziani e “Body Type” di Anthon Beeke, alla presenza del mitico graphic designer olandese - workshop condotti da esperti che coinvolgeranno il pubblico in esercitazioni pratiche, proiezioni cinematografiche all’aperto e sessioni di Shiatsu e Hatha Yoga, pensate anche per i più piccini, in luoghi di speciale bellezza.

La volontà di valorizzare il territorio si svilupperà anche in questa nuova edizione tramite la ricerca e la collaborazione con Aziende, Scuole, Associazioni, Università.


Alcuni ospiti e argomenti

Paolo Cornaglia Ferraris, medico e autore di numerose pubblicazioni scientifiche, affronterà una delle tematiche di maggiore attualità che sta infiammando l’opinione pubblica:

“Vaccino. Dal latino vaccinus, di vacca”.

“Io, e il bricolage del DNA”. La cipolla ha un genoma cinque volte più grande del nostro, ma non per questo è cinque volte più evoluta. Cosa si cela dietro il DNA, come leggerlo e modificarlo: ne parlerà il professore Telmo Pievani, uno dei più apprezzati scienziati italiani, molto seguito dal pubblico anche sulle colonne del Corriere della Sera.

L’antichissima e affascinante teoria degli umori sarà il tema accompagnato da musiche e rare immagini trattato da Bernardino Fantini, professore emerito di Storia della Medicina all’Università di Ginevra e presidente dell’Istituto Italiano di Antropologia.

“…Seduti!”. Mettersi Comodi. Il tema dello stare seduti, dal punto di vista culturale e da quello funzionale, sarà indagato da Riccardo Blumer, architetto e designer, direttore dell’Accademia di architettura di Mendrisio (Svizzera), dove insegna. Nel corso della sua carriera ha ricevuto numerosi e importanti premi, tra cui il Compasso d’oro: le sue sedie Laleggera ed Entronauta figurano nella collezione permanente del MOMA di New York.

Il grande antropologo Francesco Remotti, professore emerito di Antropologia Culturale presso l’Università di Torino e autore di importanti testi di riferimento, affronterà il tema del Festival esplorando il “simbolismo del corpo” e ragionando intorno alla comprensione dei rapporti che si generano tra il corpo e le sue raffigurazioni, tatuaggi inclusi, con l’ausilio di immagini di grande suggestione.

Virgilio Sieni, coreografo e danzatore, è uno dei principali protagonisti della scena contemporanea europea. Fondatore dell’Accademia sull’arte del gesto, spiegherà che cosa si cela dietro il movimento del corpo nell’appuntamento intitolato “Geometria e mistica del corpo” e coinvolgerà il pubblico in una lezione interattiva con esercizi olistici di relazione.

Nadia Maria Filippini è autorevole membro della Società Italiana delle Storiche: grande esperta di storia delle donne il cui ultimo studio, frutto di molti anni di ricerca, sarà oggetto di un incontro dal titolo “Generare corpi e idee naturalmente: la sfida del formidabile potere delle donne”. Ne parlerà insieme alla scrittrice Donatella di Pietrantonio, autrice del romanzo l’Arminuta, romanzo sul tema della maternità molto celebrato da pubblico e critica.

Inoltre, tra i protagonisti di questa nuova edizione:

Renato Mannheimer, massimo esperto italiano di sondaggi divertirà i partecipanti svelando i segreti delle inchieste su di noi;

Achille Bonito Oliva, critico d’arte di fama internazionale, saggista e scrittore, stupirà come sempre spogliando l’arte dai pregiudizi.

Claudio Bartocci, fascinoso matematico che insegna all’Università di Genova, ci condurrà in un viaggio imprevedibile alla ricerca della bellezza nella proporzione divina.

Elio De Grandi, in arte Mago Alexander, docente al Master di Ipnosi clinica dell’Associazione Psicologi della Lombardia, proporrà una incredibile lezione interattiva per spiegare che cos’è l’ipnosi.

La bellissima Giulia Sissa, arriverà appositamente dalla prestigiosa UCLA di Los Angeles dove insegna. Grande studiosa del mondo antico nota anche in Italia per i suoi saggi appassionanti (ricordiamo l’ultimo sul tema della gelosia) racconterà il mito eterno del corpo perfetto.

La Stazione ippica di Martina Franca, appena restaurata, verrà riaperta al pubblico dopo decenni dal Festival dei Sensi, celebre per la capacità di scoprire e proporre al suo pubblico i luoghi più incredibili. Oltre ad ospitare una conferenza dal programma, questa spazio originale accoglierà la nuova mostra della grande fotografa Lisetta Carmi. Una serie di ritratti in cui l’occhio folgorato dell’artista indaga il mistero delle molte vite di Babaji e riconosce il destino che la porterà a fondare il celebre Ashram di Cisternino.

RICERCHE CORRELATE






Commenti