CasaleComics & Games con super-ospiti Sio, Giorgia Cosplay, Daniele Dacco, Nicola Bernardi



CASALE MONFERRATO - Super-ospiti: Sio, Giorgia Cosplay, Daniele Dacco, Nicola Bernardi. Centinaia di espositori tra torrioni e sale dell'antico maniero, quattro mostre, una rapina in banca da sventare e un omaggio a Fred Buscaglione e c'è ancora molto molto altro.

Pensavate di aver visto tutto nelle prime due edizioni di CasaleComics&Games? Eravate molto lontani dalla verità: al grido di "ci stavamo solo scaldando" gli organizzatori di mON portano al Castello di Casale Monferrato il 16 e 17 giugno la terza puntata della rassegna, mettendo decisamente il boost in fatto di autori, mostre ed eventi.

Una caratteristica che distingue CasaleComics da tutte le altre kermesse dedicate al fumetto è la location: dallo scorso anno l'immenso castello costruito dai Paleologi nel 1400 si è rivelato così suggestivo da essere integrato perfettamente nella scenografia di tutti gli eventi.  Il posto migliore per fotografare i Cosplayer sugli spalti merlati, realizzare combattimenti di Soft Air tra le antiche mura e set per supereroi nelle segrete.  Per non parlare dei giochi: riuscite a immaginare di giocare a Dungeon & Dragons in un vero Dungeon?   Per questa edizione gli organizzatori hanno pertanto deciso di riportare qui molti degli ospiti che hanno decretato il successo di CasaleComics già nel 2016: ritroveremo Sio, Giorgia Cosplay, il rinoceronte Daniele Daccò, più altri affezionati che si sono aggiunti nel 2017.  Ma non è solo un best-off, in questa edizione ci sono parecchie novità: ci sono per esempio 4 mostre dedicate a miti del fumetto e dei manga perchè a CasaleComics si festeggeranno  i 40 anni dall'arrivo di Goldrake in Italia. C'è una sezione giochi che si avvale della collaborazione di associazioni nazionali importanti e un concerto molto "fumettoso" dedicato a Fred Buscaglione. E poi ci sono i comics con un novità importante: verrà allestita un'artist alley, un'area dedicata ai disegnatori indipendenti e alle autoproduzioni che vanta già tantissime adesioni. 

Sono tantissimi i partecipanti del settore, quasi 350 persone, tra espositori, associazioni, cosplayer, professionisti, disegnatori, illustratori, espositori, chiamati per partecipare alla fiera. Sarà quindi un castello davvero pieno di cose da vedere, sentire, e anche gustare. Insomma CasaleComics & Games sta trovando sempre più la sua identità, come spiegano gli organizzatori di mON: “L'anno scorso grazie al Comune di Casale Monferrato abbiamo avuto il privilegio di essere la prima manifestazione che ha occupato interamente il Castello dopo l'apertura delle nuove aree restaurate. E' stata davvero una marcia in più e la storia che si respira in questo luogo ha reso quell'esperienza indimenticabile per i visitatori. Dopo quella prima volta adesso abbiamo avuto un anno per valorizzare al massimo ogni ambiente, rendendolo sempre più divertente, interattivo e coerente con le tematiche proposte, il risultato sarà qualcosa che ci auguriamo renderà CasaleCOMICS unico nel panorama italiano.

Superospiti

L'elenco è lunghissimo, ma cominciamo dal nome più famoso nel campo del fumetto: Simone Albrigi, in arte Sio,  fumettista, youtuber (il suo canale "Scottecs" ha più di 1.600.000 iscritti), sceneggiatore Disney, gran viaggiatore, specializzato in un umorismo surreale.  A Casale porta il resoconto del suo ultimo viaggio che lo ha visto compiere in bici il periplo dell'Islanda insieme all'inseparabile amico casalese Nicola Bernardi, fotografo di fama internazionale che ha documentato l'impresa in una serie di bellissime immagini. 

Ritorna anche Daniele Daccò, ovvero il Rinoceronte. Scrittore, giornalista, ma soprattutto direttore del canale "Orgoglio Nerd" seguito da milioni di utenti. Ci sono anche due nomi storici del doppiaggio italiano che saranno impegnati in sessioni live per far scoprire al pubblico i segreti del mestiere:  Ivo de Palma voce di Pegasus dei Cavalieri dello Zodiaco e Fabrizio Mazzotta, ebbene sì  proprio il nome che vedete nei titoli di coda di ogni puntata dei Simpson in cui compare Krusty il Clown.
E poi soprattutto torna lei: Giorgia Cosplay. L'avete vista con le orecchie di Rat Man sulla copertina di Ratboy di maggio in una citazione dedicata a Leo Ortolani. Sarà proprio lei a presentare la più importante gara Cosplay in programma e potete scommetterci non passerà inosservata. 

 Cosplayers: una parata, un palco e 10 magnifici eroi.

Il palco al  centro del primo cortile sarà il teatro delle sfide dei cosplayers. Ne sono previste due: Cosplay Contest @Casale Comics&Games: 3°edizione, organizzata da MoguWork, aperta a tutti e condotto dallo strepitoso Davide Ravera. L’altra sarà per “professionisti”, anzi per “Dieci Magnifici Eroi”, curata da Animanga Italia. E' la seconda edizione del supercontest con 10 cosplayer top italia e come conduttrice la straordinaria Giorgia Cosplay, ritenuta la migliore cosplayer italiana, il personaggio più fotografato nel 2016 in un indimenticabile costume da Wonder Woman. Tra i nomi più famosi ci sono Pamela Colnaghi, Cristina Colnaghi, Giuditta Sartori, Milena Vigo, Gloria Albertino, Martina Barioglio, Giulio Pennetta e Max Pietrasanta.

Tutti in parata
Cosplayer, ma anche gruppi di fandom e insomma un po' tutto il mondo Comics & Games saranno al centro di una parata, che si snoderà dal Castello per le vie di Casale subito a conclusione del concorso Dieci magnifici Eroi.

Fumetti e fumettisti

Oltre a Sio tra i disegnatori vedremo Sergio Cabella autore Disney ormai presenza fissa a CasaleComics, tanto che è suo il  manifesto del 2018 dedicato ai robottoni giapponesi. Manifesto peraltro colorato da un'altra grande amica della manifestazione: Federica di Meo, con il suo inconfondibile stile che ne fa l'autrice di manga tra i più famosi in Europa e che a Casale ci aggiornerà sulle avventure del suo “Somnia”, edito dalla Panini Comics. Del resto CasaleComics ospita anche una sezione giapponese, seguita dal maestro Shozo Koike e dall'associazione Yamato.

Per i ragazzi, ma non solo, ritorna a Casale Andrea Musso, l'illustratore della serie dei libri su Gatto Killer, scritti da Anne Fine e pubblicati dalle Edizioni Sonda. Propone un workshop di disegno di due giorni alla Biblioteca Ragazzi Emanuele Luzzati. Lo scopo è svelare i "segreti" di un illustratore fra ispirazione, progettazione e tutto il lavoro che compone questa professione.

Arriva a Casale per la prima volta Ale Puro, una star dei murales, realizzati con il suo stile personale che si rifà alle illustrazioni per l'infanzia. Ritorna anche Daniele Statella autore Bonelli e di Diabolik a cui dedica sempre qualche iniziativa speciale. Ma vedremo anche Gea Ferraris, l'autrice di “Dissolvenza in bianco”, scritto con Assunta Prato.  Segnaliamo anche i ragazzi di l'inghippo, che rielaborano in chiave "aliena" l'iconografia dell'arte, della pubblicità e della mitologia e quelli del Collettivo Ultracani, gruppo di "artisti randagi" che stanno attirando l'attenzione nelle fiere italiane, ma ci sono un altra trentina di nomi da tenere d'occhio.

Molti di questi autori saranno ospitati in una nuova sezione della rassegna, una Artist Alley, cioè un'area collocata nella nuova sala degli spalti sul lato del Castello verso la città.  L'organizzazione ha concesso a ciascuno di loro uno spazio gratuito in cambio di un disegno che andrà a fare parte del volume dedicato a CasaleComics 2018 in vendita durante la manifestazione.

Le Mostre

Sono ben quattro quest'anno dedicate soprattutto al tema principale di CasaleComics & Games, vale a dire i "robottoni”. Vedremo Lame Rotanti, a cura di Animanga Italia e sotto la direzione artistica di Daniele Statella, omaggio di alcuni dei più famosi disegnatori italiani al mondo di Goldrake & compagni per ricordare il debutto nella televisione italiana 40 anni fa di Atlas Ufo Robot.  Altra mostra per nostalgici da visitare assolutamente sarà quella dal titolo Game Over - Play Again, dedicata ai video giochi più belli del passato reinterpretati dagli illustratori del Comics. Immancabile  CasaleDiabolika in cui il ladro più famoso del mondo riserverà nuove sorprese al pubblico casalese e una nuova puntata del fotoromanzo a lui dedicata. Infine Eva Impact, dedicata invece a quattro anime che negli anni 90 hanno cambiato per sempre il concetto di Cartone Animato Giapponese: Cowboy Bebop, Trigun (di entrambi ricorrono i 20 anni), Revolutionary Girl Utena e Neon Genesis Evangelion. 

Il concerto: Buscaglione Project

Il Monfrà Jazz festival sceglie Casale Comics & Games per un'anteprima della rassegna portando domenca 17 giugno alle 20.00 al Castello un concerto dedicato a Fred Buscaglione,  personaggio decisamente "fumettoso" per le onomatopee, il fascino della hard boiled stories, ma anche il tratto caricaturale. Tanto è vero che l'esibizione sarà teatro di un interessante evento di Drawing Jazz, ovvero i disegnatori del festival sarano chiamati a un disegno collettivo dedicato al musicista improvvisando su un tema proprio come i musicisti sul palco. 
A far rivivere il mito ci pensano i Buscaglione Project, sestetto di Novi Ligure conosciuto in tutta italia per ricreare fedelmente il mito del cantante torinese. Ci porteranno in un mondo di duri dal cuore tenero, fatto di bambole, gangster e whisky, ma anche tanta ironia. 

Mente e Corpo supereroi sul palco

Tra gli spettacoli in programma non perdetevi l'esibizione di Mente e Corpo, due appuntamenti nei due giorni con veri supereroi, in grado di compiere evoluzioni impossibili, cimentandosi nelle antiche arti shaolin  con sottili striscie di tessuto "aeree". Altro che Spiderman.

Fandom e gruppi

Un po' cosplayer e un po' fans con una marcia in più, tanto da non limitarsi ai costumi, ma pronti anche a ricostruire set per coinvolgere gli spettatori, questi gruppi ci consentiranno una vera immersione in mondi alternativi. Tra questi segnaliamo i ragazzi di The World Avengers, specializzati ovviamente in tutti i personaggi dell'universo Marvel. Ghostbuster Italia è una presenza consolidata con tanto di trappola ectoplasmatica al seguito, con cui potrete provare anche voi a catturare un fantasma. Da Doctor Who Italian Fan Club  potete entrare in un Tardis, affrontare minacciosi Dalek e inquietanti Weeping Angels. E gli amanti della serie Trono di Spade e saghe fantasy troveranno di che affilare la spada e l'immacabile trono.

Giochi: Rocca Implacabile, War Angel e retrogaming

CasaleComics avrà diverse novità nell'area giochi, grazie all’arrivo de La Rocca Implacabile. L’area, curata da i Vendemmiatori Implacabili, un associazione nata a Verrua Savoia e presente in tutti i principali festival del gioco italiano, viene ospitata al Castello casalese dove allestirà un’area dedicata con numerosi tornei, sessioni di gioco di ruolo, giochi da provare e molto altro.
Se invece vi piace War Angel vi troverete a tu per tu con il suo creatore: Angelo Porazzi, che porta in fiera anche una notevole area dedicata all’autoproduzione, ma ci saranno anche altri inventori dei vostri giochi preferiti come Walter Robert e Carlo Emanuele Lanzavecchia.

L'Area video Games sarà collocata nei mastodontici torrioni per rendere ancora più realistica l'esperienza di gioco. Tra gli espositori torna VG Perspective, con oltre cinquanta postazioni dedicate al mondo del retrogaming con centinaia di titoli tra cui scegliere tra quelli più gettonati (in tutti i sensi) degli anni '80 e '90.

Soft Air Experience: tutti a caccia di banditi.

Se non vi basta uno schermo e una plancia e volete sentirvi davvero “dentro” il gioco, uno dei punti di forza di CasaleComics è la zona Soft Air, organizzata da Arcadi PMC. L'anno scorso i punti più nascosti e profondi del castello divennero lo scenario perfetto per una spietata caccia agli zombi di un realismo impressionante. Quest'anno prendete la vostra arma e scendete nel caveau di una banca impedendo ai rapinatori di portare via il tesoro.  Avere una buona mira non basta, il vecchio maniero è pieno di sorprese, specie negli angoli bui. 

Tanti espositori

E poi ci sono naturalmente gli espositori con gadget “nerd”, action figures, magliette, modellismo (Gunpla per tutti!), Lego e fumetti nuovi o da collezione. Quasi 50 negozi che trovano spazio negli ambienti del primo piano del castello.

Vetrine per tutti

In tutti i festival del fumetto che coinvolgono anche il centro città (Lucca in primis) l'organizzazione mette gratuitamente a disposizione i disegnatori della rassegna per trasformare le vetrine della città in una vera e propria galleria d'arte. CasaleComics non fa eccezione e nei prossimi giorni i commercianti casalesi riceveranno l'invito ad ospitare un illustratore, concordare con lui un tema e un soggetto e dargli a disposizione un po' di spazio in vetrina. E allora cosa aspettiamo a riempire il centro di fumetti?   

Drink and Draw

Mon Snc ha organizzato con la collaborazione di alcuni locali di Casale, le serate Drink&Draw. Durante questi appuntamenti, gli appassionati ma anche i curiosi, hanno la possibilità di conoscere i fumettisti da vicino, porre loro domande, bere qualcosa in loro compagnia e mettersi alla prova disegnando insieme. Dopo le serate svolte in Enoteca e al circolo Pantagruel, le prossime date saranno giovedì 24, alle ore 21.00 alla birreria Moonfra, e giovedì 31 all’associazione Yamato sempre alle ore 21.00.

Gli ospiti: biografie in ordine sparso.

Simone Albrigi, meglio noto con lo pseudonimo Sio, è un fumettista e youtuber italiano. Risiede per due anni a Sapporo (Giappone), insegnando italiano e inglese. Appassionatosi al fumetto dall'età di 8 anni, Sio ha debuttato nel campo autoproducendo alcuni numeri di un fumetto sulle vicende di un rotolo di carta igienica, l'Uomo Scottecs. Nel 2006 entra a far parte di Shockdom dove gestisce il mixer di webcomic chiamato Scottecs Comics (della quale nel 2012 apre la versione in lingua inglese), pubblicando sulla piattaforma denominata prima Open Shockdom e successivamente modificata in Webcomics.it. Sempre con Shockdom pubblica i volumi Tutto Scottecs (2008) e Tutto Scottecs 2 (2009), mentre un terzo volume, intitolato però ironicamente Tutto Scottecs 4, uscirà solo tre anni dopo. Dal 2011 è sempre presente al Lucca Comics & Games e nel 2013 vi ha partecipato in videochat dal Giappone, disegnando trenta strisce di fumetti in trenta minuti. Nel 2012 ha pubblicato il primo video sul proprio canale YouTube, e ha contribuito alla realizzazione della prima stagione della serie Fiabe brevi che finiscono malissimo, scritte da Francesco Muzzopappa e disegnate e raccontate dallo stesso Sio. La seconda stagione è stata invece pubblicata nel corso del 2014.
Nel 2014 realizza il videoclip ufficiale del brano Questo è un grande paese de Lo Stato Sociale, contenuto nell'album L'Italia peggiore. Nel 2014 ha collaborato in più occasioni con Giacomo Bevilacqua, autore di A Panda piace, contribuendo regolarmente alla serie. Nel dicembre 2014 Sio realizza un video per il brano Luigi il pugilista dell'album L'album biango di Elio e le Storie Tese. Il 5 febbraio 2015 esce nelle edicole il primo numero della rivista Scottecs Megazine, edita da Shockdom con periodicità trimestrale. Ha fatto inoltre da doppiatore nella miniserie televisiva Over the Garden Wall, prestando la voce ai protagonisti Wirt e Greg. Nel giugno 2015 ha collaborato nuovamente con Lo Stato Sociale, realizzando il video L'invenzione dei piedi - Dr. Culocane, mentre nel settembre 2015 realizza un altro video per Elio e le Storie Tese, questa volta per il singolo Il primo giorno di scuola.
Nel 2015 Sio comincia a collaborare con Topolino. In occasione del Lucca Comics & Games 2015 viene presentato in anteprima l'albo speciale Topolino incontra Sio.  In Disney collabora con Tito Faraci, Corrado Mastantuono e Silvia Ziche.

Giorgia Cosplay
Muove i primi passi nel mondo del cosplay nel 1997 a Lucca Comics interpretando Sailor Mars di Sailor Moon sino ad arrivare a posare per Vogue nei panni di Wonder Woman[ Interpretando l'arpia Siren ha vinto il titolo di best individual cosplayer, nella categoria dei singoli e anche come squadra con l'Italia, durante la prima edizione competitiva del World Cosplay Summit a Nagoya, promosso dalla TV Aichi. Nel novembre 2005 interpreta le Kappa Angels. I personaggi femminili del fumetto Eracle 911 del 2007 di Enzo Troiano sono ispirati alle sue fattezze. Nel novembre 2008 collabora al photobook a tema cosplay Fenomenal Cosplaypubblicato dalla casa editrice Struwwelpeter.
Fa parte delle cover band Le Canne di Sampei e 7 Nippon gruppi amatoriali specializzati nel cantare cover di sigle di cartoni animati. In quanto rappresentante molto nota dell'ambiente del cosplay italiano è apparsa più volte come ospite in trasmissioni televisive e radiofoniche, sia italiane che estere. Nel 2011 ha interpretato il ruolo della cameriera coprotagonista, con il rapper G-Max di Base Luna, trasmissione televisiva andata in onda su Rai 2.
Nel 2015 è stata la prima presentatrice in video per un programma della rete nazionale Rai4, conducendo le puntate speciali della trasmissione Mainstream realizzate in occasione della manifestazione Lucca Comics & Games. Nel 2018 compare sulla rivista Ratboy, parodia della rivista per adulti Playboy ispirata al personaggio Rat-Man.

Ivo De Palma, napoletano di nascita, inizia le sue prime esperienze in radio, poi nei primi anni ottanta entra nel mondo del doppiaggio dopo aver seguito corsi di dizione e recitazione. Lavorando tra Torino e Milano.
Il personaggio più noto da lui doppiato è Pegasus dei Cavalieri dello Zodiaco, a cui ha dato la voce sia nella serie televisiva che nella serie OAV e nei film. Altri sono Mirko in Kiss Me Licia (solo nella parte parlata), Carey Mahoney in Scuola di polizia, Vernon Fenwick in Tartarughe Ninja alla riscossa, Akira Fudo (Devilman OVA: La Genesi, L'Arpia Silen e Amon - Apocalypse of Devilman), Kaede Rukawa (Slam Dunk) e Ronni (Magica Emi). Più recenti invece le interpretazioni di Souji Mikage in La rivoluzione di Utena, Fuma Mono in X, Ax-Eluder in Cosmowarrior Zero, Jotaro Kujo in Le bizzarre avventure di Jojo, Kazutaka Muraki in Eredi del buio, Shimada Kambei in
Samurai 7, Maestro Gai in Naruto, Masaki Kananase in Platinumhugen
Ordian, Fernand de Morcerf in Il conte di Montecristo. Nel 1997 ha vinto un  Tokimeki Anime Award per la sua interpretazione di Fuuma Monou nel film  d'animazione X. Nell'edizione del 2007 del film di Hayao Miyazaki, Lupin III - Il castello di Cagliostro presta nuovamente la voce al conte di Cagliostro. E’ docente alla Eikon Teatro, scuola di doppiaggio e recitazione, a Torino.

Daniele il Rinoceronte Daccò: è tra le più spiccate personalità di internet da anni è alla testa del famoso sito di informazione OrgoglioNerd.it, leader indiscusso tra le pagine di settore.
Scrittore con numerosi "tutti esaurito" alle spalle e una grande risposta di pubblico e di interesse, consegue l'attestato in linguaggio e tecniche cinematografiche al politecnico di cinema di Milano nel 2007 e continua a sceneggiare fumetti e a organizzare mostre e eventi a tema Nerd.
Nel 2013 pubblica il primo libro della Serie Occhio del Rinoceronte con Edizioni BD
e, l'anno successivo, il suo seguito e Teoria N con Limited Edition.
Oggi è editorialista di Playboy con una rubrica fisssa mensile e scrittore a tempo pieno.

Federica Di Meo inizia la sua formazione nel 2005, dopo dieci anni da autodidatta, con Daniele Statella e Maria Vannucchi (Mangacampus); quest’ultima la introduce alla tecnica manga, approfondita poi da Federica con un corso a Tokyo. Dal 2008 insegna tecnica manga a Torino, Milano e Roma. Prima di iniziare la collaborazione con Panini Comics in qualità di disegnatrice di “Somnia” ha collaborato con diverse case editrici quali Coniglio Editore e DeAgostini. La sua opera di debutto, risalente al 2007, è il web manga “Signi Clavis”.

Daniele Statella  nato a Vercelli nel 1972. Dopo essersi diplomato alla Scuola del Fumetto di Milano lavora con gli editori International Press, Edifumetto, Edizioni Trentini nel settore delle pubblicazioni per adulti. Nel 1999 inizia la sua collaborazione con l'editore vercellese Saviolo, realizzando una storia horror in tre albi dal titolo “Trilogia del giorno”. Sempre per Saviolo, nel 2001, realizza i disegni e collabora ai testi della miniserie Laura Mèlies. Successivamente lavora come illustratore per diversi editori (Mondadori, Rizzoli, ecc.), sia per le pubblicazioni librarie che per quelle da edicola. Collabora con Giuseppe Di Bernardo per il fumetto “Desdy Metus, L'Insonne”.  Per la Star Comics realizza i disegni di alcuni albi delle miniserie Cornelio, Factor-V, Dr. Morgue, Legion 75, Pinkerton S.A. e una storia breve per Agenzia Incantesimi, mentre per l'editore Astorina realizza alcune storie di Diabolik e per Eura Editoriale alcune storie di “Unità Speciale”.
Proprio ispirandosi a Cornelio realizza nel 2009, insieme alla regista (coautrice di alcuni suoi fumetti, giornalista e autrice) Alessia Di Giovanni, un cortometraggio dal titolo A Cuore Aperto, che vede la partecipazione, tra gli altri, di diversi autori di fumetti e il cameo dello stesso Carlo Lucarelli.
Sempre in collaborazione con Alessia Di Giovanni firma la regia del film  A pezzi - Undead men, lungometraggio low-budget di genere western horror, interpretato da Marco Silvestri ed Elena Di Cioccio. Il film, che si pregia degli effetti speciali di Sergio Stivaletti e delle musiche del maestro Manuel De Sica, viene distribuito al cinema da marzo 2013.
Dal 2012 è nello staff dei disegnatori di Dampyr, pubblicazione della Sergio Bonelli Editore per cui ha realizzato fino ad ora due episodi, uno scritto da Giovanni Di Gregorio e uno da Mauro Boselli. Sempre di Dampyr ha realizzato l'albetto fuori serie "Ballo di fine estate" scritto da Claudio Falco per Rimini Comix. Insegna materie legate al fumetto all'Università Popolare di Vercelli.

Nicola Bernardi, 26 anni, è un fotografo freelance specializzato in ritratti. Vive e lavoro a Melbourne, in Australia.  Ha iniziato a fotografate per “sbaglio”, nel 2010, in Giappone a Sapporo nel corso di un programma di scambio dell’università. Prima di partire i genitori gli regalano una macchina fotografica. Da quel momento diventa la sua ossessione. Dopo essere rientrato in Italia si laurea  in lingue orientali, e inizia il suo “progetto 365”, una foto al giorno per un anno. Durante quell’anno, lavora come fotografo di matrimoni in Giappone. Poi con un’agenzia pubblicitaria e come freelance. Rientrato in Italia nel 2012, si trasferisce a Roma per assistere Eolo Perfido proseguendo la carriera di freelance. Nel 2014, ha percorso il Giappone in bicicletta dal punto più a sud al punto più a nord insieme al suo migliore amico, Simone Albrigi (In arte Sio), per un  progetto di foto e fumetti chiamato unCOMMON:Stories. Appena rientrato in patria, ha assistito Steve McCurry in Etiopia e poi si è trasferito a Melbourne.
Sergio Cabella nacque a Genova nel 1965 “di passaggio” per essere subito portato in Toscana, poi di nuovo in Liguria, poi in Piemonte... In tutti questi spostamenti ha la necessità di far passare il tempo e, in mancanza d’altro, perché non con un foglio e una matita? Approdò nel lontano 1993 alla Disney con tanti disegni di paperi e di topi al seguito.
Fortuna volle che fu quasi subito aggregato alla pattuglia dei disegnatori: ad oggi più di un centinaio di storie disegnate e una trentina abbondante di scritte! 
La voglia di cambiare (passando dalla matita alla tastiera del pc e viceversa ) lo spinse a collaborare con Rainbow per le Winx e Huntik, con la Piemme per Geronimo Stilton e le Tea Sister, con la Ferrero per le sorprese Kinder.  Dopo molti anni di storie ora ha pubblicato ”Dea Bianca”, 80 tavole di avventura e simbolismi per ASTRO.

Andrea Musso è un illustratore di libri per bambini e di tutta la serie del Gatto Killer, di riviste dedicate agli animali come QuattroZampe, di libri di cucina e progetti editoriali tradotti e pubblicati anche in Giappone e USA. In Italia, fra gli altri, sono stati pubblicati con Sonda sei volumi da Confessioni di un gatto killer! a Questa è arte, gatto killer!, Cenerentola nel Mondo, Dizionario Bilingue Bambino/Cane. Storico disegnatore dell'associazione per la protezione degli animali LAV Onlus e collaboratore di Licia Colò per il sito AnimalieAnimali.it. Co-fondatore di Inchiostro Festival ha insegnato e lavora come freelance per la pubblicità, specialmente nel packaging, ed è appassionato di gatti e musica. Vive con la sua compagna insieme ai gatti Ippolito, Johnny e Batmàn.

BUSCAGLIONE PROJECT....

I B.P. sono nati nel 2000 da un’idea di Gino Fortunato, giornalista musicale di Novi Ligure e studioso della vita e dell’arte di Fred, fu sua la proposta di organizzare un concerto con un repertorio interamente buscaglioniano. Si partì allora alla ricerca di una voce adatta ad interpretare il ruolo del “duro, ma facile alle cotte” e Stefano Zoanelli, cantante e pianista specializzato nel repertorio della canzone italiana, sembrò subito il più consono, simile al modello senza esserne un clone.
Volendo riprodurre l’organico del sestetto con i due fiati venne chiamato alla tromba Fulvio di Clemente, professionista veterano cresciuto suonando le canzoni di Buscaglione nei night e sulle navi da crociera, mentre al sax tenore Giorgio Penotti, che si è prodigato come trascrittore e, in qualche caso arrangiatore dei brani. Arrangiatore e jazzista era anche Paolo Perduca al quale fu affidato il ruolo di pianista, mentre completavano la formazione ritmica Alessandro Scanzo al basso e Massimo Grecchi alla batteria, una coppia affiatata e swingante che si è fatta le ossa in ambiti soul e rhythm & blues. Con questa formazione i B.P. hanno partecipato a diverse manifestazioni in molte regioni italiane ottenendo sempre un buon coinvolgimento del pubblico, fino a quando nel 2004 la tragica scomparsa di Paolo li fermò.  Nel 2008 il gruppo si è ritrovato proprio per celebrare il compleanno di Paolo con l’aiuto di Luca Cresta al pianoforte, e ora il sestetto è pronto a riportare la musica di Fred alla gente.
Stefano Zoanelli – voce  Fulvio di Clemente – tromba  Giorgio Penotti – sax tenore
Luca Cresta – piano  Alessandro Scanzo – basso  Massimo Grecchi – batteria

RICERCHE CORRELATE

Tutti gli ospiti e gli eventi della Fiera del fumetto di Giaveno, a cura dell’assessorato alla Cultura del Comune. Gulp!

Eroi, supereroi, storie: Gulp! Fumetti a Giaveno. Tra sceneggiatori e firme famose e proiezioni

Festival Giornalisti del Mediterraneo, 10 anni di inchieste e racconti a fumetto


Commenti