Premio nazionale Antonietta Rongone a Nadia Verdile e al suo libro “Matilde Serao, ‘a Signora”



GROTTOLE - Di donna in donna. A Nadia Verdile, autrice del libro “Matilde Serao, ‘a Signora”, edito da Pacini Fazzi editore di Lucca, il premio nazionale Antonietta Rongone. Il Memorial Letterario, istituito lo scorso anno a Grottole, in terra lucana, è stato consegnato all’autrice casertana il 2 giugno, in una pubblica manifestazione al Centro della Creatività “Gerardo Guerrieri”.

«Nadia Verdile – si legge nella motivazione - ha il grande privilegio di essere una donna che sa raccontare la Storia delle Donne. La Collana Italiane, da lei diretta, è un preziosissimo gioiello letterario, nel donare ai lettori storie coinvolgenti ed emozionanti, vicende esemplari di Donne del nostro passato per illuminare il cammino del nostro presente. Matilde Serao è una di queste donne: giornalista agguerrita e scrittrice impegnata, ma soprattutto una donna dalla personalità forte e determinata. Lei ha portato avanti la sua incessante lotta per rivendicare se stessa in un mondo dominato esclusivamente dagli uomini, non certo per puro spirito femminista, bensì per esprimere le sue idee da intellettuale senza eguali. “Il giornale è tutta la storia di una società – scriveva – ha in sé il potere di tutto il bene e di tutto il male, è la più nobile forma del pensiero umano. L’avvenire è del giornale”. In una società come quella odierna che privilegia sempre più i gossip e gli scandali, la voce coraggiosa di Serao risuona con forza per risvegliarci “dal sopore delle soap” e riaccendere in noi valori e diritti senza tempo. Nadia Verdile si fa portavoce della lotta di questa grande donna in un libro che cattura e conquista».

Un riconoscimento di altissimo valore sia per la scrittrice sia per la casa editrice che ha creduto fortemente nel progetto della Collana “Italiane”. Verdile collabora con il quotidiano Il Mattino, ha diciotto libri all’attivo, molti suoi saggi sono stati pubblicati in riviste nazionali ed internazionali.

Proprio in terra lucana, a Potenza, lo scorso novembre ha ricevuto dall’Ande il premio “Donna dell’anno”. Oggi un nuovo prestigioso riconoscimento.

Il Memorial Letterario dedicato al ricordo di Antonietta Rongone nasce da un tenero e prezioso gesto d’amore. Enzo Giase, storico sindacalista della Cisl di Puglia e Basilicata, da anni residente a Taranto, decide di istituire a Grottole, suo comune di origine, un memorial letterario dedicandolo a sua moglie, Antonietta Rongone, scomparsa qualche anno fa.

«Enzo Giase – spiega Giovanni Quaranta, responsabile della segreteria del Memorial -, che è insignito dell'onorificenza del Sigillo del Comune di Grottole, non è nuovo rispetto a questi gesti di magnanimità nei confronti del suo paese: aveva già donato gran parte dei suoi libri alla biblioteca comunale; aveva istituito anche una borsa di studio nei confronti di ragazzi grottolesi iscritti all'università. Il premio è sovvenzionato in toto da Enzo Giase e prevede tre categorie: saggio edito sulla storia delle donne, saggio sulla storia della Basilicata, lirica in vernacolo».

Il Memorial gode del patrocinio del Comune di Grottole, della Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori di Basilicata, dell’Ufficio della Consigliera Regionale di Parità della Regione Basilicata e del Garante Regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza di Basilicata. Il prossimo anno, con Matera2019 capitale europea della cultura, il Memorial avrà una partnership particolare con la Fondazione Matera 2019, in quanto è uno dei pochi concorsi letterari presenti in Provincia di Matera a premiare la saggistica e forse l'unico premio di Basilicata istituito da un privato cittadino.

RICERCHE CORRELATE

Gaudinieri imparentati con la famiglia Scarfoglio, legame proprio con il giornalista Edoardo, marito di Matilde Serao

Il romanzo di Grazia Deledda “Cenere” unico film di Eleonora Duse tratto da un amore clandestino di Eduardo Scarfoglio

‘O Munaciello al Museo del Sottosuolo! Guida soprannaturale del personaggio che infesta le leggende di Napoli


Commenti