Contributi volti alla sterilizzazione di cani di proprietà, il Comune di Carbonia vuole evitare cucciolate

CARBONIA - Bando per contributi volti alla sterilizzazione di cani di proprietà. Obiettivi del progetto del Comune di Carbonia. Realizzare un programma di controllo delle nascite di cucciolate indesiderate, che possono alimentare la popolazione di cani randagi.

Lo strumento maggiormente efficace a questo scopo è quello della sterilizzazione, in particolare delle femmine di proprietà, che rappresentano la principale causa del fenomeno. Tra le cagne di proprietà considerate particolarmente a rischio ci sono quelle che vivono in luoghi non confinati e in assenza di uno stretto controllo padronale, in particolare cani adibiti alla custodia di greggi o a guardia di fondi rurali.

Fondi. Il totale delle somme a disposizione è pari a 5.000,00 euro di cui 2.500,00 di fondi regionali
e 2.500,00 di fondi comunali.

Destinatari. Detentori di cani femmina, in particolare a) allevatori titolari di codice aziendale e possessori di cani da gregge (in via prioritaria); b) cittadini privati (in via subordinata).

Ruoli / parti coinvolte. Comune di Carbonia: attuatore Allevatori titolari di codice aziendale: detentori di cani da gregge Cittadino privato: detentore di cani Strutture veterinarie: erogatrici

Contributi volti alla sterilizzazione di cani di proprietà, il Comune di Carbonia vuole evitare cucciolate

Condizioni e criteri di erogazione. I proprietari dei cani di sesso femminile per poter accedere al contributo devono essere in regola con l’iscrizione all’anagrafe canina regionale e devono essere residenti nel Comune di Carbonia da almeno 12 mesi antecedenti la data di pubblicazione del presente bando. I contributi sono destinati alla sterilizzazione di cani di sesso femminile, appartenenti a cittadini residenti nel Comune di Carbonia, aventi situazione economica equivalente (Isee) pari o inferiore a euro 20.000,00.

Il contributo è concesso prioritariamente, prescindendo dall’Isee del proprietario, per le sterilizzazioni di cani femmine adibiti a custodia di greggi, appartenenti a allevatori (singoli o associati) titolari di un codice aziendale (Banca Dati Nazionale).

Per i cittadini privati si procederà attraverso una procedura di selezione delle domande con priorità al più basso reddito (sulla base dell’Isee), con verifica dei requisiti e condizioni di ammissibilità, fino all’esaurimento delle risorse disponibili. A parità di reddito si darà priorità al nucleo familiare più numeroso.

Le richieste saranno soddisfatte tenendo conto dei criteri sopraindicati.

Saranno soddisfatte le domande utilmente presentate entro la data di scadenza del bando.

Nello stesso nucleo familiare si concederà un solo contributo. In caso di numero di domande inferiore al massimo erogabile si potrà procedere all’erogazione di un doppio contributo per la sterilizzazione di un secondo cane per nucleo familiare.

Entro 30 giorni dall’accoglimento della domanda, il proprietario dovrà far sterilizzare il proprio animale da un veterinario a sua scelta, tra quelli in possesso dei requisiti prescritti dalle norme vigenti.

Contributi. Il contributo concesso sarà commisurato alla taglia dell’animale e così distinto: -massimo euro 120.00 per cane di taglia piccola; -massimo euro 150.00 per cane di taglia media; -massimo euro 180.00 per cane di taglia grande. Ogni somma eccedente tale cifra sarà a totale ed esclusivo carico del proprietario del cane che provvederà a pagarla direttamente al veterinario, dietro presentazione di fattura. Resta inteso che la somma erogata sarà comunque pari all’importo riportato in fattura se inferiore all’importo massimo erogabile per taglia.

Domande e termini (entro il 20.11.2018). Gli interessati possono chiedere al Comando di Polizia Locale lo stampato “Allegato A” per la domanda di contributo, oppure scaricarlo dal sito istituzionale. Le domande redatte sul modulo di cui all’”Allegato A”, correlate di fotocopia del documento di identità potranno essere consegnate a mano al Comando di Polizia Locale – via
Mazzini, 68 o spedite tramite servizio postale o P.E.C. entro il 20.11.2018. In caso di raccomandata farà fede il timbro postale.

Il Comando di Polizia Locale, a seguito di valutazione delle richieste e a conclusione dell’iter amministrativo, pubblicherà l’elenco degli aventi diritto.

Qualora entro il termine di scadenza non siano pervenute domande in numero tale da esaurire tutte le risorse disponibili, il Responsabile potrà prorogare ulteriormente i termini per la presentazione di nuove richieste oppure procedere all’erogazione di un doppio contributo per la sterilizzazione di un secondo cane per nucleo familiare.

Compiti della struttura veterinaria. Sarà compito del veterinario che effettua l’intervento di sterilizzazione: 1.verificare la presenza del microchip nel cane e la relativa iscrizione all’anagrafe canina prima di effettuare l’intervento; 2.verificare lo stato di salute dell’animale da sterilizzare attraverso esame obiettivo generale e/o indagine anamnestica; 3.effettuare sotto la sua diretta responsabilità tutti gli atti necessari per il contenimento, la sedazione, la preparazione del soggetto all’intervento chirurgico di sterilizzazione; 4.provvedere alla compilazione di apposita scheda individuale di accompagnamento, contenente gli estremi del proprietario, i dati del cane con il numero di microchip, la data dell’intervento; 5.effettuare l’intervento di sterilizzazione secondo le buone pratiche veterinarie.

Gli orari e i tempi degli interventi saranno concordati tra la struttura veterinaria e il singolo utente.

Il veterinario potrà, a suo insindacabile giudizio, non procedere all’esecuzione dell’intervento di sterilizzazione qualora fossero presenti controindicazioni in relazione allo stato di salute rilevato al momento dell’esame obiettivo generale e all’indagine anamnestica. In tal caso dovrà provvedere ad inviare opportuna segnalazione al Comune e a riconsegnare l’animale al proprietario.

Pagamento prestazione e rimborso. Il proprietario, consegnerà al veterinario che dovrà eseguire la prestazione, il modulo di accoglimento della richiesta rilasciato dal Comune di Carbonia, che sarà poi anche l’attestazione dell’intervento chirurgico eseguito in quanto andrà compilato dal veterinario stesso nella parte sottostante.

Il veterinario emetterà la relativa fattura al proprietario per singolo intervento di sterilizzazione. La fattura dovrà essere allegata alla copia dei moduli giustificativi degli interventi chirurgici eseguiti. L’Amministrazione comunale provvederà a liquidare a favore del proprietario il contributo, dietro presentazione di regolare fattura e/o ricevuta comprovante gli interventi effettuati e debitamente pagata e quietanzata. Nella fattura e/o ricevuta dovranno essere riportati dal medico veterinario i dati identificativi dell’animale (microchip) e la data dell’intervento. L’importo liquidato sarà pari all’importo della fattura, se inferiore al limite massimo stabilito per taglia.

Informazioni. Gli interessati potranno reperire tutte le informazioni presso il sito Internet del Comune di Carbonia oppure presso il Comando di Polizia Locale sito in via Mazzini, 68. Il referente dell’intero progetto è il Dott. Andrea Usai, Comandante della Polizia Locale e Responsabile di Procedimento per il Randagismo.