La letteratura dimentica e i poeti sono feriti dalla propria terra. La recita di Franco Costabile nel male oscuro

Immagine
CATANZARO - A novant'anni dalla nascita di Franco Costabile tutto è dimenticato. La letteratura dimentica e i poeti sono feriti dalla propria terra. A Novanta anni dalla nascita si può dimenticare un poeta? La recita di Franco Costabile in un suicidio che è "male oscuro". I simboli parlano come se fossero un linguaggio ormai acquisito, ma i simboli nel linguaggio non sono altro che un intrecciare di metafore. Il linguaggio della poesia e della narrativa costituisce una proposta, oltre ad essere punto di contatto tra la parola e il tempo, di un dialogante modello comunicativo. Il Sud della poesia di un poeta completamente dimenticato come Franco Costabile ha sempre proposto una griglia di simboli che si definiscono in un linguaggio non solo poetico ma archetipico. Oltre la strascicante realismo ci sono versi che tagliano il impatto, il cui senso stesso della parola recupera un tracciato che ha immediati ragioni, ma anche delle ragioni di un linguaggio che è quello ben anco…

Dal 5 dicembre 2014 il burlesque approda a Napoli, rifioriscono le atmosfere sregolate e licenziose dell’avanspettacolo

Immagine
NAPOLI - Il Burlesque Cabaret Napoli presenta "La Petite Revue". Dal 5 al 7 dicembre 2014 il burlesque approda finalmente a Napoli, al Teatro Il Primo, facendo rifiorire le atmosfere sregolate e licenziose dell’avanspettacolo. Grazie alla ricerca e alla creatività delle artiste di Burlesque Cabaret Napoli, la città rivive l’epoca d'oro degli spettacoli di rivista.


Cinquant’anni di arte della pittrice Principia Bruna Rosco, omaggio di Tiziana Cera Rosco e Andrea Serrapiglio

Immagine
Principia Bruna Rosco si è formata nelle botteghe di grandi maestri dell’arte come Schifano, Brindisi e Kodra
29 Novembre 2014

Progetto internazionale di lettura e scrittura "Scampia Storytelling", la passione di Rosa Tiziana Bruno - VIDEO

Immagine
NAPOLI - Vento in poppa alle Vele di Scampia. Non solo degrado sociale. "Si parte da Scampia perché vogliamo essere portatori sani di fantasia e non possiamo fare a meno di immaginarli verso orizzonti nuovi, perfino dove nessuno riesce a vederli". Queste le parole ricche di passione dell'organizzatrice, Rosa Tiziana Bruno, per l'Icwa, l'Associazione italiana scrittori per ragazzi, che con il patrocinio del Comune di Napoli e con la Regione Campania, hanno presentato, oggi, 28 novembre 2014, il progetto internazionale di lettura e scrittura "Scampia Storytelling". Una raccolta di storie scritte da ragazzi di diverse nazioni, uniti a quelli di Scampia. Spaccati di vita quotidiana, per trasmettere su canali internazionali le belle realtà e le persone che le vivono. I racconti, tradotti in spagnolo, portoghese, inglese e tedesco, sono pubblicati nel blog scampia stories wordpress.

Versi di un inedito tra le trincee della Grande Guerra. Mai saremo disertori. Ma sempre vigili. Sentinelle nell’onore

Immagine
ROMA - Mai saremo disertori. Ma sempre vigili. Sentinelle nell’onore. Versi di un inedito tra le trincee della Grande Guerra. Mai disertori. Sempre sentinelle. Vigilanza di una identità. I poeti soldati o i poeti militari alle frontiere dove l’Italia incontra una Europa che si chiama Germania, Ungheria, Francia…  Ci sono versi che recitano “Non saremo mai disertori…”. La Guerra non è fatta soltanto di battaglie tra i campi e le trincee. È anche dettata alle pagine. Alle parole che si fanno vita, ad una scrittura il cui significato trova il suo vero senso di una Nazione e di una identità. La Grande Guerra tra i militari che raccontano la storia di esistenze attraverso il linguaggio della letteratura. Soldati poeti. Militari che hanno amato la letteratura e, grazie alla parola, hanno cercato di legare la pagina della vita con quella della storia intrecciando il raccontate  al dire della poesia.  “Mai saremo disertori. Ma sempre vigili. Sentinelle nell’onore che richiama echi di umanità e d…

Riportare il gioco al centro dello sviluppo del bambino, normodotato e disabile. Idea di Anna Devecchi e Giovanna Culot

Immagine
MILANO - Al via “LAM! – Look at Me!” una start-up dedicata alla promozione, sin dalla primissima infanzia, del concetto di "designed for all", vale a dire prodotti e servizi fruibili da tutti i bambini, sia quelli cosiddetti normodotati, che quelli con disabilità. L'idea nasce da Anna Devecchi, designer industriale, con specializzazione in Toy Design presso il Corso di Alta Formazione in Design del Giocatolo organizzato da POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano, e Giovanna Culot, consulente manageriale e MBA presso la SDA Bocconi di Milano con specializzazione negli Stati Uniti.  Le due imprenditrici hanno appena vinto per il loro progetto il premio FVG Labor 2014, ricevendo dall'Unione delle Provincie tramite un finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri la somma necessaria ad avviare l'attività.

L’idea alla base di “LAM! – Look at Me!” è semplice quanto innovativa: riportare il gioco al centro dello sviluppo del bambino, sia a normodotat…

Uccidere le proprie mogli o le proprie compagne. E un premier che segue i modi di pensare della mummia egizia

Immagine
CROTONE - "Femminicidio". Una parola entrata nel vocabolario per indicare morte violenta causata a donne da parte di uomini che hanno scoperto un nuovo sport nazionale: uccidere le proprie mogli o le proprie compagne, se osano alzare troppo la cresta e disubbidire. Termine creato da Saviano, un uomo, viene continuamente evocato per indicare episodi di tale natura che avvengono troppo  frequentemente, senza che il fenomeno si arresti. Ieri, 25 novembre 2014, è stata celebrata la giornata contro la violenza sulle donne. Manifestazioni si sono svolte un po' ovunque. Archiviata la giornata, tutto rientra nella normalità senza che nulla si smuova. Il  fenomeno è diventato così naturale da non provocare poi tanto fastidio. Ci si ferma al fatto riportato nei tg o sui giornali, si gira pagina e la giostra comincia ad andare. D'altronde cosa c'è da aspettarsi se è la mentalità dura a morire, se alla fine non mi pare ci siano cambiamenti tali nel costume, da fare ben sperar…

Mostra “I Predatori del Microcosmo. Zanne, corazze e veleni: le strategie di sopravvivenza degli animali"

Immagine
VARESE - Musei Civici Di Villa Mirabello, Varese. Piccoli visitatori alla mostra sulle meraviglie del mimetismo. Una visita guidata ad hoc è stata pensata per i bambini della materna di Comerio. Continuano le visite gratuite per le scuole e le conferenze per la cittadinanza. Stupore e meraviglia per i piccolissimi visitatori che martedì 25 novembre 2014 si sono trovati davanti allo spettacolo dello scorpione fosforescente di Villa Mirabello, ventiquattro bambini di 5 anni, della scuola materna di Comerio, accompagnati dalla direttrice Magda Balzardi e dalla maestra Elisa Papa, sono i più piccoli visitatori arrivati tra le migliaia che da ottobre stanno affollando le sale dei Musei Civici comunali per assistere alla mostra: “I Predatori del Microcosmo. Zanne, corazze e veleni: le strategie di sopravvivenza degli animali", promossa dall'Università degli Studi dell'Insubria e dal Comune di Varese. «La visita è consigliata dalla terza elementare - spiega il professor Adriano…

Circo de los horrores, successo in Spagna e America Latina. Il pubblico diventa attrezzo scenico - VIDEO

Immagine
NAPOLI - Tutto comincia con il classico: "Era una notte buia e tempestosa..." e in un attimo si passeggia in un cimitero (a proprio rischio e pericolo) dove gli incontri inaspettati e spaventosi non tardano a farsi attendere. Giochi di luce, effetti sonori, trucchi e parrucco davvero da urlo, per la maestria nel realizzarli e l'oggettiva bruttezza dei personaggi. Tante acrobazie aeree, contorsionisti, equilibristi. Performers, atleti di datata esperienza che recitano i loro ruoli in movimenti corporei matematicamente perfetti. Un bel vedere per il pubblico di entrambi i sessi, senza dubbio. Questo è il Circo de los horrores. Già grande successo in Spagna, America Latina e Miami, sbarcato a Napoli da fine ottobre, non c'è una sera che non sia in sold out e non si sentano gli echi positivi dello spettacolo. Un nuovo modo di fare circo o forse un teatro diverso, che torna un po' alle origini, a quando si recitava in strada coinvolgendo il pubblico alla partecipazio…

Glenn Miller Orchestra a Trieste per creare l’atmosfera del Natale, ensemble jazz e swing più famoso al mondo

Immagine
TRIESTE - Swinging Christmas: la Glenn Miller Orchestra porta a Trieste l’atmosfera del Natale. Politeama Rossetti – 16 dicembre 2014. Torna a Trieste – dopo il sold out ottenuto in entrambi i concerti dello scorso gennaio – l’ensemble jazz e swing più famoso e più seguito al mondo, molto apprezzato ed acclamato anche dalla critica e dal pubblico italiani. È la Glenn Miller Orchestra, che a grande richiesta fa il suo ritorno in Italia con una mini-tournée di quattro date a tema natalizio (il 13 dicembre al Gran Teatro Geox a Padova, il 15 al Teatro Verdi a Firenze, il 16 al Politeama Rossetti a Trieste e il 17 al Teatro Comunale a Belluno).
Con Swinging Christmas, questo il titolo del nuovo spettacolo, l’orchestra proietterà il pubblico nel vivo dello spirito natalizio ed oltre a far rivivere il mito della carismatica figura di Glenn Miller, fondatore nel 1938 dell’omonima orchestra, tragicamente scomparso – nel 1944 – mentre a bordo del suo aereo sorvolava il Canale della Manica per …

Gabriele D'Annunzio e Gaetano Salvemini. La letteratura anticipa le Trincee nella Grande Guerra

Immagine
ROMA - La Grande Guerra in Italia non è stata soltanto una "Azione militare" o una chiave di lettura geopolitica. La politica certamente occupa una visione significativa nella impalcatura tra le aree del Mediterraneo  dell'Europa e del mondo americano, ma insiste, comunque, uno spazio culturale che si impone come processo ideologico - letterario - artistico che si è sviluppato intorno ai concetti di interventismo e neutralismo. La Grande Guerra, rispetto ai modelli militari risorgimentali, ha un'anima profondamente culturale che avvia la sua dialettica con il Pascoli di Barga, che invita ad intervenire militarmente nell'Africa del Nord e con D'Annunzio che chiede al Ministro del Consiglio Salandra di essere mandato a combattere nelle trincee e di essere attivo nelle linee del fronte. I Futuristi sono interventisti come gli intellettuali de "La Voce". Persino il liberale Gaetano Salvemini è interventista e non lo era stato nel 1911. La cultura italia…

Rivoluzione francese. A Genova Salvatore Veca racconta il Trattato sulla tolleranza di Voltaire

Immagine
GENOVA - Domani 25 novembre 2014, ore 17,45, Palazzo Ducale Genova, Lectio di Salvatore Veca, chair Nicla Vassallo, rassegna, a cura di Nicla Vasallo: Le meraviglie filosofiche. Salvatore Veca racconta il Trattato sulla tolleranza di Voltaire. Jean Calas era un commerciante ugonotto di Tolosa. Fu accusato ingiustamente di aver assassinato suo figlio che, in realtà, si era impiccato. Venne condannato a morte e ucciso nel 1761. Voltaire, su sollecitazione della vedova Calas, prese pubblicamente le difese del commerciante e scatenò una campagna per la sua riabilitazione, denunciando la vera natura della condanna: motivi di intolleranza religiosa. Il Trattato sulla tolleranza (1763), che prende spunto da questa vicenda, è un vero e proprio “manifesto” per la libertà e il valore universale della tolleranza religiosa. E’ un’opera che dà il via al periodo dei Lumi e costituisce una delle basi ideologiche della Rivoluzione francese. Nicla Vassallo con le donne per il 25 novembre.

VIDEO un org e…

Rebecca Toschi, da Ti lascio una canzone di Antonella Clerici, al teatro “E. Solvay” a Rosignano Solvay

Immagine
ROSIGNANO MARITTIMO (LIVORNO) - La giovanissima cantante Rebecca Toschi, finalista dell’ultima edizione di Ti lascio una canzone, programma condotto da Antonella Clerici e trasmesso in prime time su Rai Uno, si esibirà sabato 29 novembre alle 21 al teatro “E. Solvay” a Rosignano Solvay (Li), al Galà di beneficenza “Rosignano per la solidarietà”, organizzato a favore delle associazioni AISMEL ONLUS, FIBROSI CISTICA ONLUS, PANG'ONO PANG'ONO ONLUS. Presentata dal famoso comico Niki Giustini, la manifestazione ospiterà, tra gli altri, il cantautore italiano Alan Sorrenti,  famoso interprete di  brani come “Figli delle stelle” e “Tu sei l’unica donna per me”,  Nico Pelosini da Zelig Lab, Ilir Shaqiri ballerino e coreografo di Amici e C’è posta per te, Giorgia Toschi, sorella maggiore di Rebecca e finalista di Castrocaro con quattro singoli all’attivo.
L'evento è organizzato da Roy Fabbri e Roberta Sardelli ed è giunto alla sua quarta edizione. Livornese, 13 anni, allieva del M° F…

“Questi figli amatissimi...”, con Pietro Longhi ed Edy Angelillo, al Nuovo Teatro Pezzani di Parma

Immagine
PARMA - Dopo il successo ottenuto nella scorsa stagione a Roma, l’applaudito Pietro Longhi con Edy Angelillo presenta sul palcoscenico del Nuovo Teatro Pezzani la deliziosa commedia di Roberta Skerl “Questi figli amatissimi...” per la regia di Silvio Giordani. Anna e Giulio sono una coppia di oggi. Federica e Gabriele i loro figli, interpretati da Danilo Celli e Carmen Di Marzo. La storia è quella un po’ di tutti i genitori: quando cominciano a credere quasi concluso il proprio compito, si trovano invece a dover affrontare di nuovo una serie di eventi inaspettati. Infatti, i figli, ormai grandi, non sono poi così autonomi e maturi come sembrano e i genitori, che si credevano ormai liberi di pensare un po’ a loro stessi, sono costretti a rimboccarsi le maniche per risolvere le situazioni complicate e i problemi dei figli amatissimi. Una frizzante commedia sulla famiglia nella quale c’è veramente di tutto: amore, risate, imprevisti, situazioni comiche e nevrosi quotidiane.
“Questi figli …

Lorenza Morello, con "I rapporti tra società pubbliche e imprese private", al Forum nazionale "Le Società Partecipate"

Immagine
TORINO - Forum Nazionale "Le Società Partecipate. L’evoluzione del quadro normativo Tipologia e funzioni delle società. Le relazioni economiche e finanziarie. Spending Review e piano di riordino Le dismissioni: applicazioni pratiche La Governance e le attività di controllo Mobilità e gestione degli esuberi Anticorruzione e Trasparenza: l’applicazione delle norme". Torino, 26 e 27 novembre 2014, Sala Incontri Centro Ricerche Smat, Viale Maestri del Lavoro 4 (lato BIT - ILO ). Mercoledì 26, durante la sessione pomeridiana, che coordina e modera l'avvocato Domenico Gaudiello, dalle 16,30 alle 17, parola alla dottoressa Lorenza Morello (Owner Morello Consulting). La giurista piemontese tratterà: I rapporti tra società pubbliche ed imprese private; Natura e caratteristiche delle partnership tra pubblico e privato: presupposti, aspettative, obiettivi, modalità di funzionamento; L’evoluzione delle relazioni di interdipendenza e collaborazione; La condivisione di conoscenze, co…

Interventismo nella Grande Guerra. Riviste, letteratura, scrittori e poeti. Ma si guardava al futuro

Immagine
ROMA - Riviste, letteratura e impegno degli scrittori e dei poeti nella politica sull'Interventismo nella Grande Guerra. Riviste, letteratura e Grande Guerra. Le riviste letterarie e il dibattito intorno  alla Prima Guerra Mondiale e oltre. Il tema assume rilevanze culturali interessanti. Tutta la cultura italiana prese una precisa posizione. Tra interventisti e neutralisti. La dialettica fu abbastanza forte e aperta. Ma si guardava sempre al futuro. Vide in primo piano protagonisti della politica e protagonisti della letteratura che andarono a morire nelle trincee. Tra questi Renato Serra. Ma ancora oggi il dibattito prosegue. Io ho cercato di enucleare una sintesi e una apertura di discussione attraverso alcune considerazioni che toccano soltanto pochi elementi soltanto di ordine letterario. Storia e letteratura. Dentro la vita. L’impegno politico, l’interventismo nella Prima guerra mondiale, 1914 – 1915 – 1918,  e gli scrittori italiani. Da Ungaretti a Marinetti, da Renato Ser…

Lotta alla pirateria online, Issuu Inc. elimina dal sito un'opera editoriale e rimuove oltre 1300 pubblicazioni

Immagine
ROMA - Con la rimozione di oltre 1300 pubblicazioni quotidiane e periodiche da parte del gestore della piattaforma su cui venivano quotidianamente caricate in violazione della disciplina sul diritto d’autore, è stato raggiunto un altro importante traguardo nella lotta alla pirateria online. A seguito dell’attivazione da parte della Federazione italiana editori giornali (Fieg) della procedura online prevista dal Regolamento Agcom in materia di tutela del diritto d’autore online, il gestore della piattaforma Issuu Inc. ha provveduto ad eliminare dal proprio sito l’opera editoriale oggetto dell’istanza e a rimuovere oltre 1300 pubblicazioni quotidiane e periodiche, pubblicate in violazione del diritto d’autore. Si tratta del primo caso in cui la Fieg ha chiesto l’applicazione del Regolamento Agcom su indicazione di aziende associate: il risultato, ottenuto in meno di trenta giorni grazie alla brevità della procedura, rafforza la determinazione degli editori italiani nel contrastare ogni …

La cultura si mobilita per dire no alla violenza, il 25 novembre 2014 "Donne mie" al Teatro Farnese di Parma

Immagine
PARMA - La cultura si mobilita per dire no alla violenza contro le donne. Il 25 novembre 2014 (ore 10.30) “Donne mie” al Teatro Farnese di Parma. In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Donne mie liberamente tratto da Lisistrata di Aristofane. Rappresentazione a cura di Franca Tragni, Giovanna Bertani e Gabriella Manelli, arrangiamento musicale a cura di Alice Bassi. Lo spettacolo è interpretato dal Teatro della Memoria, composto di allievi del Liceo Classico G.D. Romagnosi di Parma. Teatro Farnese. Palazzo della Pilotta, PARMA. Da molti ritenuta una delle migliori opere di Aristofane, Lisistrata è una commedia di assoluta modernità. Qui, per la prima volta, le donne non sono paralizzate da debolezze o complessi d'inferiorità, non si perdono in inutili lamenti, ma intuendo l'importanza di una solida collaborazione anche con donne di città diverse riescono a imporre agli uomini la propria volontà, nello specifico di pace. In …

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il video ideato dalla filosofa Nicla Vassallo

Immagine
GENOVA - Nero 25 Novembre contro la violenza sulle donne. La violenza contro le donne ha molte subdole facce: quella che vede la morte della donna non è l’unica, anche se non possiamo dimenticare che la prima causa di morte e di invalidità permanente delle donne nel mondo si deve proprio alla violenza maschile, né dimenticare che, sempre nel mondo, ogni due donne morte ammazzate, una è stata uccisa dal proprio compagno o da uomini “ancestrali”. I comportamenti violenti e gli abusi maschili contro le donne (da quelli psicologici a quelli fisici, da quelli economici a quelli quasi impercettibili, poiché giudicati tradizionali) devono venire denunciati e l’ideale sarebbe che tutte le donne del mondo avessero la possibilità e il coraggio di denunciarli, mentre troppe donne ancora subiscono silenti nel nostro paese, come in troppi altri paesi.
Le donne, che vivono in paesi democratici, in cui la giustizia garantisce loro a tutti gli effetti la possibilità della denuncia e della condanna de…

Nuovo Iassp (Istituto alti studi strategici e politici), per il Paese. Lorenza Morello nel board del comitato direttivo

Immagine
MILANO - Ivan Rizzi: è nato un nuovo Iassp, per dare una nuova possibilità al Paese. Dopo il successo della prima edizione del corso di dottorato privato Iassp (Istituto alti studi strategici e politici) si rinnova con un nuovo board di soci e mutamento nel comitato direttivo. "Sono molto fiducioso - commenta il presidente Rizzi -, credo fermamente in ciò che abbiamo fatto è potremo fare". Nel board del comitato direttivo, gia' composto, oltre che del presidente Rizzi, vicepresidente Paolo Gottarelli, Costante Portatadino e Marco Garofalo, entra Lorenza Morello, giurista d'impresa.
lorenza morello

All’epoca del Duce non erano state ancora inventate le slide alla Renzi. Il programma dei “Fasci italiani”

Immagine
Antonella Policastrese: "Nei piani programmatici di Matteo Renzi non esiste il problema militare"
di Antonella Policastrese | 19 Novembre 2014

Cnh Industrial, con Zhejiang Yizhong Education Consulting e Iveco, in Cina con la formazione per i veicoli industriali

Immagine
ROMA - Il programma di formazione TechPro2 di CNH Industrial arriva in Cina. CNH Industrial, in collaborazione con la Zhejiang Yizhong Education Consulting, e il supporto del brand Iveco, avvia anche in Cina il programma di formazione dedicato ai veicoli industriali. TechPro2 offrirà ai giovani studenti della provincia cinese dello Zhejiang un'opportunità di crescita professionale e di sviluppo di importanti competenze nel settore. CNH Industrial N.V. (NYSE: CNHI / MI: CNHI) ha inaugurato il programma tecnico professionale TechPro2 nella scuola secondaria di avviamento professionale Changshan della provincia cinese dello Zhejiang, in seguito a un accordo di sponsorizzazione tra la Società e la Yizhong Education, firmato lo scorso 14 novembre. Alla sua prima edizione in Cina, il programma di formazione TechPro2 è parte di un’iniziativa di CNH Industrial che sarà sviluppata su scala nazionale, e che vedrà successivamente l'avvio di altri programmi simili nel paese.
La cerimonia…

Made in Ilva, nel 2014 nomination al Total Theatre Award al Fringe Festival di Edimburgo, è a Torino

Immagine
TORINO - Il 29 e il 30 novembre 2014, ore 21, Cuboteatro - Officine Corsare, via Pallavicino 35, Torino, Made in Ilva - L’Eremita contemporaneo, Instabili Vaganti  Compagnia teatrale - Bologna. Definito un capolavoro di teatro fisico, un esempio di “biomeccanica contemporanea”, MADE IN ILVA ha ricevuto nel 2014 la nomination al Total Theatre Award al Fringe Festival di Edimburgo, dopo aver collezionato numerosi premi per l’impegno civile e la sperimentazione. La drammaturgia intreccia le testimonianze dei lavoratori dell’ILVA di Taranto (intervistati dalla compagnia) ai testi poetici di Luigi di Ruscio e Peter Shneider. L'allestimento ha avuto fare riferimento alla vicenda reale dell'acciaieria più grande d'Europa dove i lavoratori sono schiavi di un lavoro che vorrebbero rifuggire ma che è l'unica possibilità di sopravvivenza.  Un lavoro dove la morte è sempre dietro l'angolo.
Musiche e canti appositamente composti. Lo spettacolo utilizza un approccio fisico, poeti…

Intelligence italiana, per adeguarne impostazione e strutture alle nuove sfide. Concorso per le scuole italiane

Immagine
ROMA - Presidenza del Consiglio dei ministri, Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica. Concorso. Disegna l’intelligence. La legge 124 del 2007 – con cui è stato istituito il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica – ha profondamente trasformato l’intelligence italiana, per adeguarne impostazione e strutture alle nuove sfide. Oggi l’intelligence è un vero e proprio Sistema che svolge un ruolo fondamentale per tutti noi: ha infatti il compito di ricercare le informazioni utili per la tutela della sicurezza delle istituzioni, delle imprese e dei cittadini. Le sue migliori operazioni sono quelle di cui non si viene a conoscenza, che non si leggono sui giornali, né si studiano sui libri di scuola, a meno che non sia passato tanto tempo, tale da non recare alcun danno alle persone che le hanno effettuate e permesse.
All’interno di questo Sistema – dove la segretezza non deve e non vuole essere mistero, ma serve a tutelare operazioni e operatori, assicura…